L'igiene dell'orecchio. Medicina.





L'igiene dell'orecchio. Medicina.

E lavatevi bene le orecchie! Questa è la frase immancabile con la quale le madri raggiungono
il figlio che,nel bagno,si sta lavando (più o meno volentieri) la faccia. Lavarsi le orecchie è
certo una norma di pulizia e di igiene (oltre che segno di buona educazione);la pulizia del
padiglione esterno e della zona dietro l'orecchio impedisce che si formino ragadi e croste.
Ma l'igiene dell'orecchio prescrive altre norme che è necessario seguire.

IL CERUME.
L'orecchio,come sappiamo,è un organo complesso e delicato,sia per la sua costituzione,sia
per la posizione. Occorre quindi averne molta cura. Nel condotto auditivo esterno,chiuso in
fondo dalla membrana del timpano,si accumula una sostanza di colore arancione,grassa,secreta
da circa 2000 ghiandole che si trovano nella parete del condotto stesso:il cerume.
Esso,come tutto nel nostro corpo,ha le sue funzioni da compiere:mantenere morbide ed
elastiche le pareti del condotto e il timpano (che deve vibrare!);trattenere i corpuscoli estranei
(granelli di polvere o terra,piccolissimi insetti) che possono penetrare nel condotto stesso.
Il cerume quindi è un lubrificante e un mezzo di difesa per l'orecchio esterno. Tuttavia,non
deve accumularsi in quantità eccessiva,altrimenti ottura,in tutto o in parte,il canale auditivo
che ostacola la funzione dell'orecchio stesso. Per questo il condotto auditivo va tenuto pulito;
dovendo togliere il cerume,non si devono assolutamente usare oggetti duri o appuntiti,perché
potrebbero danneggiare e persino perforare la delicata membrana del timpano. Il sistema migliore
è quello di irrigare delicatamente il condotto auditivo,per mezzo di una peretta,con un poco di acqua
a cui è unita acqua ossigenata.

NIENTE RUMORI VIOLENTI.
Taluni ragazzi hanno l'abitudine di fischiare o soffiare o urlare a pieni polmoni proprio
nell'orecchio di un compagno. E' un brutto scherzo,perché sottopone il timpano a un violento
urto delle onde sonore. Per lo stesso motivo si debbono evitare i rumori troppo forti o acuti
(provocati per esempio dallo scoppio di mortaretti,da martelli pneumatici),di sibili laceranti ecc.
Non potendo sempre evitarli,bisogna avere l'accortezza di tenere,mentre si producono,la bocca
aperta. In questo modo si impedisce che il timpano riceva la scossa delle vibrazioni sonore solo
dall'esterno,il che è pericoloso. Aprendo la bocca,invece,l'aria vibra anche nell'orecchio interno
attraverso il condotto di Eustachio,che mette in comunicazione il retro bocca con l'orecchio medio:
perciò la scossa,le vibrazioni che giungono attraverso il condotto auditivo esterno vengono
equilibrate da quelle che giungono attraverso il condotto di Eustachio. Questa è una cosa che gli
artiglieri conoscono benissimo.

ADAGIO CON LE TIRATE DI ORECCHI.
Noi tutti conosciamo ciò che accadde a Tommaso Edison ragazzo,quando fu issato,appeso per
gli orecchi,sul vagone di un treno in moto;quella violenta strappata (che evidentemente danneggiò
anche l'orecchio interno) fu l'inizio della malattia che lo portò alla sordità completa.
C'è bisogno di aggiungere altro? Le formidabili tirate di orecchi che molti ragazzi,giocando o
lottando o litigando si affibbiano,sono molto pericolose.

ATTENZIONE AL NUOTO SUBACQUEO E AI TUFFI.
L'acqua,sui corpi immersi,esercita,come sappiamo,una pressione che aumenta rapidamente con la
profondità:un'atmosfera ogni 10 m. I giovinetti che amano il nuoto subacqueo debbono tener conto
che questa pressione si esercita anche contro il timpano. Perciò,se durante le loro immersioni,
avvertono un senso di pressione,o peggio,di dolore al timpano,ebbene che rinuncino al nuoto
subacqueo,o,almeno,lo limitino,sia come durata,sia come profondità. La stessa cosa si può dire per
i tuffi:sopratutto quando siano ripetuti oppure quando sono effettuati dall'alto. Sarebbe prudente in
questo caso chiudere le orecchie con batuffoli di cotone,per evitare che l'acqua penetri
violentemente nel condotto auditivo e urti con forza contro il timpano.

NON REPRIMIAMO GLI STARNUTI.
Spesso,uno starnuto può anche giungere inopportuno,interrompere un silenzio solenne,un momento
importante. E allora si cerca disperatamente di soffocarlo,comprimendo l'aria nel retro bocca.
Tutti l'abbiamo fatto;ma è una cosa che potrebbe essere pericolosa. L'aria compressa infatti,potrebbe
giungere attraverso il condotto di Eustachio nell'orecchio e premere con forza contro il timpano

 dall'interno. Si sono avuti casi di lesione della membrana timpanica dovuti proprio a questo.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.