Il Pianeta Terra. Astronomia.





Il Pianeta Terra. Astronomia.

In un antichissimo libro religioso dell'India,chiamato “Purana”,è esposta una teoria sull'origine
della Terra. Essa,fra l'altro,afferma che il nostro pianeta esiste da qualche miliardo di anni e
che potrà continuare ad esistere per altrettanti. Per Brahma,cioè Iddio,tutto questo periodo non
è che un solo giorno di vita;Dio infatti è così grande,così immenso,che quello che per noi è
un enorme spazio di tempo,per Lui è ben poco. Ebbene,i più recenti studi per l'identificazione
dell'età della Terra hanno portato alla conclusione che quegli antichi poeti e filosofi avevano
avuto un concetti esattissimo dell'immensità dei tempi che riguardano la vita dell'universo.
I ricercatori americani hanno rintracciato sulla crosta terrestre rocce che rivelano l'età
di circa 5 miliardi di anni. Oggi gli studi sull'origine,la struttura,la composizione,la forma,
le dimensioni della Terra sono assai progrediti. E' vero che gli scienziati affermano di essere,
in questo campo,appena agli inizi e che ciò che si conosce è nulla in confronto a quello che
resta ancora da scoprire,ma le notizie finora raccolte sono sufficienti per permettere di
compilare una specie carta di identità del nostro pianeta.

La data di nascita.

Come ogni documento che si rispetti,anche il nostro comincerà a fornire la data di nascita
dell'interessato. Abbiamo già anticipato questo dato,frutto delle più recenti ricerche di studiosi
americani:la Terra,dunque,ha quasi certamente un'età che si aggira intorno ai 5 miliardi di anni.
Una cifra enorme,inimmaginabile,potremo farci a mala pena un'idea del suo valore osservando
tutti gli studi;gli ultimi 100 milioni di anni risultano rappresentati da una serie numerosa di
mutazioni,e evoluzioni.

L'origine.

Le teorie che cercano di spiegare l'origine del nostro pianeta sono parecchie e nessuna è ancora
sicura. Quella che riportiamo è una delle più fondate e più recenti.
Molti miliardi di anni fa,nell'universo si sarebbero trovate delle immense nubi di gas e pulviscolo a
forma di spirale. Il nostro sistema solare ebbe proprio origine da una nube di gas ruotante nello
spazio. Per la forza di gravitazione,infatti,le sostanze che la formavano si concentrarono attorno a
diversi nuclei,formando delle masse incandescenti. Il nucleo centrale diede origine al Sole,gli
altri,più piccoli,si raffreddarono prima,e diventarono poi dei pianeti;uno di questi è proprio la
Terra.

Il mezzo più veloce.

Da anni gli studiosi di missilistica delle più potenti nazioni della Terra si sforzano di ottenere
con i loro mezzi delle velocità sempre maggiori:8000 chilometri l'ora,28.000,40.000... ogni
chilometro orario di aumento pare,ed è,una grande conquista. Certo,sono velocità prodigiose,
ma ancora non è ancora riuscito ad eguagliare la velocità dei corpi celesti. Si pensi,tanto per
fare un esempio,che il nostro pianeta viaggia nello spazio alla velocità media di 107.136
chilometri l'ora. Proviamo a contare fino a tre:uno...due...tre. Ecco abbiamo percorso nel
frattempo,”nello spazio”,la bellezza di 100 chilometri. Esiste un mezzo di trasporto più veloce
della nostra vecchia Terra?

Un immenso autodromo.

Ma dove corre la Terra,con tanta fretta? Corre “in pista”. E' un termine,questo,più che
giustificato,se pensiamo all'orbita circolare che essa percorre attorno al Sole. Ma,quanto tempo è
impiegato dalla Terra,per riuscire a percorrere una tale distanza? Esattamente 1 anno.
Ma non è una combinazione:si chiama “anno” appunto il tempo impiegato dalla Terra a
percorrere l'intera orbita intorno al Sole.

La trottola enorme.

Abbiamo mai riflettuto che la velocità di rotazione della Terra varia se viene misurata alle
diverse latitudini? Infatti i paesi posti sull'equatore devono percorrere un giro più lungo degli altri
Paesi,posti più vicini ai poli. E poiché il tempo di rotazione è sempre il medesimo (23 ore,56
primi,e 44 secondi),ai Paesi equatoriali non resta che....correre più in fretta. Un bel rischio:basta
un ulteriore (e non grandissimo) aumento di velocità,perché tutto quello che non è saldamente
fissato al suolo si trovi proiettato nello spazio..! E' quello che accadrebbe se la forza centrifuga
diventasse superiore alla forza di gravità.

La cosa si complica.

Non basta che la Terra giri attorno al Sole e ruoti su se stessa;il nostro pianeta deve anche seguire
il Sole,che si sposta nello spazio a velocità grandissima in direzione della stella Vega.

La Terra è grande.

Uno studioso tedesco ha immaginato questo paragone per dare un'idea di quanto sia grossa la
Terra. Immaginiamo,egli afferma,di poter spezzettare il nostro pianeta e di caricarne i frantumi
su un treno merci;ebbene,se questo treno ci passasse davanti alla velocità di un vagone al secondo,
dovrebbero passarci 10 milioni di volte,in 1 milione di anni,prima che tutti i vagoni siano passati
davanti a noi. Quel treno risulterebbe così lungo che un segnale radio per giungere dal primo
all'ultimo vagone impiegherebbe ben 500.000 anni. Ecco le cifre che astronomi,geologi,e
geografi ci forniscono circa le dimensioni della Terra.
Superficie: 510.100.000 kmq
Volume: 1.083.319.780.000 kmc
Massa: 5976 x 10 (elevato a 21)
Peso specifico: 5,52

La Terra è piccola.

Dopo esserci storditi con questi dati sulla grandezza della Terra,possiamo dire da accertate
osservazioni che il nostro pianeta è confrontato con tutti gli altri suoi fratelli,e con il Sole stesso.
Che cosa da ben poco sembra adesso il nostro pianeta!
Questa nostra Terra è dunque piccola o grande? Essa è immensa e grandiosa al confronto di tutte

le creature che ospita e che fa vivere,è piccolissima,è un nulla in confronto all'universo infinito.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.