Il Pino. Biologia Vegetale.



Il Pino. Biologia Vegetale.

UN TEMPO le nostre montagne erano interamente ricoperte di fitte foreste di pini,abeti,faggi e
querce. Oggi purtroppo questa incalcolabile ricchezza va scomparendo,distrutta non tanto da
eventi naturali,quanto dal vandalismo e dall'incuria dell'uomo. Il disboscamento,gli incendi,
l'inquinamento dell'aria distruggono infatti interi boschi,privando l'uomo di una preziosa riserva
di verde e molti animali dell'ambiente in cui vivere. Approfittate dunque di una tranquilla
passeggiata in montagna per raccogliere qualche ramo di pino e qualche pigna:vi aiuteranno a
conoscere più da vicino questi preziosi “abitanti della montagna”.

Pino Silvestre.

(Pinus Silvestris). Ha pochissime esigenze;cresce spesso solitario nei punti più esposti al vento e
al gelo. Si trova sino ad un altitudine di 2200 m (Val di Susa,Val d'Aosta,Valtellina,Val Venosta).
Il fusto è rossastro,slanciato;i rami più bassi sono nudi.

Pino marittimo.

(Pinus Pinaster). E' un albero alto e slanciato dalla chioma tondeggiante. Predomina sul litorale
tirrenico;sull'Adriatico si trova solo nelle pinete di Ravenna e nelle Puglie. Si pianta spesso
direttamente lungo le spiagge per fissare i terreni sabbiosi. E' la conifera che dà la maggior
quantità di resina:ne può produrre da 6 ai 7 chilogrammi l'anno.

Pino domestico.

(Pinus Pinea). E' definito l'albero più bello d'Italia. Il suo tronco rossastro,scaglioso,si ramifica
solo in alto con una chioma a ombrello. Quest'albero non ama le grandi altitudini:giunge,al
massimo,sino a 1000 m. Domina nella famosa pineta di Ravenna e lungo il litorale tirrenico
(pineta di Tombolo). E' detto anche pino da pinoli:ci dà infatti i pinoli commestibili.

Pino cembro.

(Pinus cembra). E' chiamato il “guardiano delle Alpi”. Ha tronco massiccio,rami corti e robusti.
Forma bei boschi nelle Alpi centrali. Lo si trova anche isolato su vette esposte al vento e alle
bufere,fino a 2500 m. Il gelo,il vento e le folgori lo mutilano talvolta dei rami e della chioma.

Pino montano.

(Pinus montana). Predilige in genere i terreni calcarei. Questo albero,diffuso particolarmente
sulle Dolomiti,presenta diverse varietà:cresce cioè in forme arboree alte fino a 25 m e in forme
cespugliose sul tronco strisciante:in questo caso si chiama pino mugo. Il mugo può allargarsi sul
terreno fino a coprire uno spazio circolare di oltre 15 m di diametro. La resina del mugo contiene
un olio (olio di mugo) che ha notevoli proprietà medicinali. Il pino montano può crescere sino
ad un'altitudine di circa 2500 m.

Classificazione e utilizzazione.

Classe: Conifere
Divisione: Fanerogame
Sottodivisione: Gimnosperme

Incidendo il fusto del pino si ottiene la resina e da questa,per distillazione,l'essenza di trementina
e la colofonia. Il fusto dei pini serve come legname da costruzione,per pali telegrafici,pasta per
carta e legna da ardere. I semi del pino domestico,chiamati pinoli,si usano sopratutto nell'industria

dolciaria.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.