U.R.S.S. La Storia. (Prima Parte).




U.R.S.S. La Storia. (Prima Parte).

L'epoca dei principati.

Nei primi secoli dopo Cristo,la regione Russia era sottoposta a continue invasioni di popoli che
giungevano dall'Asia centrale. Essi erano Unni,Bulgari,Avari,Magiari,Cazari,Lituani,Finni che,
sino al VI secolo d. C. ,come nugoli di cavallette,attraversarono il Paese dandosi continua
battaglia. Per il possesso delle zone più fertili. Questi popoli nelle loro incursioni avevano
incontrato delle tribù di agricoltori:gli Slavi. Li avevano assoggettati e,aggregati,li avevano
portati con se nelle terre invase. Qui gli Slavi,a differenza dei loro dominatori,sempre alla ricerca
di terre nuove,si fermarono e costituirono i loro stati:è da essi che discendono gli attuali Russi.
Il primo Stato russo si fa risalire all'862,a quando cioè il principe Rjurik,a capo dei Variaghi
(che erano,poi,una popolazione scandinava),accogliendo l'invito di alcune tribù slave,divenne
loro signore insediando il suo principato a Novgorod. A lui succedettero altri principi,di origine
slava,che ampliarono i confini del nuovo Stato;tra essi vi fu Oleg il saggio,che occupò Kiev
ed estese il suo dominio su tutta la Russia meridionale e Vladimiro il Grande che ottenne brillanti
vittorie contro l'Impero di Bisanzio. Questi nel 988 si convertì al Cristianesimo:il suo esempio
venne presto seguito da gran parte del suo popolo. La Russia era a quel tempo divisa in vari
principati che riconoscevano la supremazia del principato di Vladimiro il Grande;la sua capitale,
Kiev,era praticamente la capitale di tutta la Russia. Ma l'unità,che dopo alcuni decenni stava per
compiersi,venne distrutta. Una terribile calamità si stava per abbattere sul territorio russo:l'invasione
mongola.

L'orda d'oro.

La spaventosa orda dei guerrieri dalla pelle gialla (solo i cavalieri era 250.000!) apparve
improvvisamente ai confini dei principati russi,nel 1236. Gli eserciti frettolosamente raccolti
furono distrutti uno dopo l'altro;le città vennero conquistate e bruciate. Il 4 marzo 1238,Batù,
nipote del Gran Khan,e Subatai,comandante in capo dell'esercito mongolo,sconfissero le ultime
truppe superstiti ed uccisero Jurij II,granduca di Vladimir (questa città aveva sostituito Kiev
come capitale). I Mongoli,già padroni della Cina e del Turchestan,si stabilirono così anche in
Russia,e questa divenne una provincia dell'Orda D'Oro (tale era il nome del Grande Impero
Mongolo). Il dominio mongolo non fu però oppressivo e sanguinario come si temeva:i Russi,
pur pagando tributi,poterono mantenere intatta la struttura organizzativa dei loro principati.
Trascorsero così più di 2 secoli di relativa pace.

Ivan il Terribile.

Il Principato di Mosca aveva ormai l'estensione di un vero e proprio Stato quando,nel 1530,
nacque il principe Ivan IV,che a soli 3 anni ne divenne capo. Approfittando della giovanissima
età del principe,i Boiari (che erano i nobili più potenti del principato,proprietari di terra e di
ricchezze) cominciarono a spadroneggiare nel Paese,commettendo ogni sorta di angherie.
Lo stesso piccolo Ivan e sua madre dovettero sottostare a continue umiliazioni. Ivan giurò di
vendicarsi,e mantenne il giuramento. Nel 1547,nonostante l'opposizione della Corte,si fece
incoronare nella cattedrale di Mosca,attribuendosi il titolo di “Zar”,cioè “imperatore”.
Dotato di straordinaria energia,Ivan IV fu il vero fondatore dello Stato russo:modernizzò
l'esercito,diede un codice civile al Paese,effettuò importanti riforme in ogni campo. A questa
serie di utili provvedimenti,che gli valsero il favore e l'appoggio di tutto il popolo,unì vittoriose
imprese contro gli ultimi possedimenti mongoli aldilà degli Urali e contro gli Stati vicini;
l'espansione verso sud porta alla sottomissione dei Canati di Kazan e di Astrakan (1552-1556).
Poi,improvvisamente,da un giorno all'altro,saggezza e qualità di grande capo sparirono:
l'Imperatore ordinò l'uccisione dei Boiari e di tutti coloro che riteneva suoi nemici. Non fu più
Ivan IV,ma Ivan il Terribile. Quali furono le ragioni di questa inattesa trasformazione dello Zar?
Alcuni pensano che il suo odio per i Boiari,lungamente covato nel cuore,fosse esploso tutto di
un tratto,inasprito anche da tentativi di congiura da parte dei Boiari stessi;altri attribuiscono
il suo sconvolgimento ad una malattia mentale. Egli morì il 18 marzo 1584;grande re,divenuto
sanguinario tiranno a metà della sua vita. Alla sua morte la Russia entrò in un periodo di
incertezza e di lotte interne che si protrasse per circa 1 secolo;ma ormai lo Stato era solidamente

costruito e la conferma si ebbe non appena sul trono russo salì Pietro il Grande.
  

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.