Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

Osserviamo il mondo con Android.

Immagine
Osserviamo il mondo con Android
Se vi stuzzica l'idea di guardare cosa succede intorno a noi , grazie ad IP Viewer Lite è possibile visualizzare direttamente dal telefonino tutte le Webcam pubbliche, ovunque si trovino.
Configuriamo IP Cam Viewer Lite per ricevere un flusso di video live, ad esempio provenienti dalle nostre Autostrade.
Passo – 1 - La giusta APP Dopo avere verificato che il nostro telefonino sia collegato ad Internet, accediamo al Market, e, da qui cerchiamo l'app gratuita IP Cam Viewer . Installiamola Tappando dapprima su Installa e successivamente su Accetta e Scarica.
Passo – 2 - Tipo di Sorgente Al termine del Download, avviamo l'app e premiamo il Tasto Menu del nostro telefonino e Tappiamo su Menage Cameras. Premiamo quindi sul simbolo + e successivamente su Traffic/Beach/College Webcam.
Passo – 3 - Elenco Webcam Selezioniamo dal menu a tendina Type il tipo di Webcam che desideriamo aggiungere [nel nostro caso Traffic Cams]. Lasciamo invariato il campo Name

Facciamo riconoscere il nostro volto a Ubuntu.

Immagine
Facciamo riconoscere il nostro volto a Ubuntu.
Riconoscimento facciale installiamo il software che ci permetterà di non digitare più nessuna password, ma bensì verrà utilizzato uno speciale algoritmo per l'identificazione dei tratti somatici del nostro volto.
Installazione di PAM-FACE Autentication_
L'installazione di PAM-FACE-AUTENTICATION è abbastanza facile e semplice. Nel caso del nostro Ubuntu è sufficiente aggiungere il repository da cui scaricare i binari, tramite il comando:

sudo add-apt-repository ppa nome.cognome { relativo utente }
quindi aggiornare la lista dei pacchetti con :

sudo apt-get install pam-face-authentication
Il passo successivo, naturalmente è l'acquisizione delle immagini del volto, cerchiamo di acquisirne il più possibile, con espressioni del volto abbastanza illuminato, altrimenti corriamo il rischio di non essere riconosciuti . L'applicazione che ci permette di acquisire i campioni del volto è: Qt FaceTrainer, installata insieme ai comandi sopr…

BitTorrent dal telefonino.

Immagine
BitTorrent dal telefonino.
Se vogliamo scaricare file col nostro telefonino con piattaforma Android, andiamo ad utilizzare l'accoppiata : Trasmission www.trasmissionbt.com e naturalmente Dropbox www.dropbox.com è possibile effettuare download tramite BitTorrent direttamente dal telefonino, e, farlo è semplicissimo. In due parole bisogna installare sul PC il client Trasmission e Dropbox, mentre il solo Dropbox sul telefonino. A questo punto dobbiamo configurare Trasmission affinchè usiamo Dropbox. In pratica, è necessario aprire il client e spostarsi in : Modifica / Preferenze scheda Torrent. A questo punto selezioniamo la casella controllo : Aggiungere i torrent da:dove indicheremo la directory di Dropbox come la cartella da cui Trasmission deve recuperare I file da scaricare , applicata questa modifica i giochi sono fatti. Infatti ogni volta che vogliamo scaricare qualche File che ci interessa utilizzando il telefonino, basta cercare il file da scaricare e trasferirlo nella dire…

Crackare un PDF protetto.

Immagine
Crackare un PDF protetto. Quando andiamo a creare un File PDF possiamo definire una parola chiave per proteggere il contenuto [si tratta di un abitudine molto diffusa ]. E se dovessimo dimenticare la Password ? Niente paura . PDFCrack : http://pdfcrack.sourceforge.net la trova al posto nostro , basta eseguire il programma nel modo seguente : pdfcrack file.pdf . Il tempo per scoprire la password dipende dalla lunghezza della stessa e dalla velocità del sistema. Proprio per conoscere quest'ultimo parametro e potere valutare quanti tentativi potranno essere effettuati per dal programma in un secondo, basta creare l'opzione : -b [ benchmark ]: pdfcrack -b . Esistono anche altre opzioni per modificare il comportamento della ricerca come, ad esempio, gli switc -n e -m con cui impostare la lunghezza minima e massima della parola chiave , oppure, -c per definire il sottoinsieme dei caratteri da usare. L'elenco completo delle funzioni si ottiene eseguendo : man pdfcrack.

Velocizziamo il nostro WI-FI col nostro Ubuntu.

Immagine
Velocizziamo il nostro WI-FI col nostro Ubuntu.



Se abbiamo notato che il nostro collegamento WI-FI risulta debole e lento, non pensate minimamente che il nostro Sistema Operativo ci tradisca, oppure in qualche maniera non funzioni , nulla è lasciato al caso ma la spiegazione dei rallentamenti è solo dovuta alla ricerca del risparmio energetico, così facendo il team Open Source ha scelto la strada del risparmio tassativo in ambito energetico, promettendosi di risolvere alcuni problemi di relativa velocità nella prossima RELASE di Ubuntu { Pangolino }, ma vediamo come fare per aggirare il problema e rendere la nostra Rete WI-FI veloce e competitiva per il nostro lavoro. Avviamo il Terminale e scriviamo il comando : sudo gedit/etc/sysctl.conf Nella finestra che ci permette di modificare il file aggiungiamo le seguenti istruzioni alla fine : net.ipv4.tcp_syncookies=1 net.ipv4tcp_windowsscaling=0 net.ipv4.tcp_ecn=0 Salviamo tutto, ora sempre dal Terminale, scriviamo:sudo/etc/init.d/networking res…

Usiamo l’ iPhone come Modem.

Immagine
Usiamo l’ iPhone come Modem.

Come possiamo immaginare col nostro Ubuntu possiamo fare quello che vogliamo, e, lasciatemelo dire possiamo osare anche oltre i limiti della nostra immaginazione.Oggi vediamo di installare il nostro dispositivo, sul nostro sistema Operativo { Ubuntu Linux } con semplici passi avremo e saremo connessi dal nostro portatile, che per motivi di lavoro è sempre con noi. Andiamo a configurare in modo che possa usare l’iPhone come modem, avviamo il nostro Terminale e andiamo a scrivere i seguenti comandi, avendo la premura di premere INVIO dopo avere digitato comando per comando: sudo add-apt-repository
spa :blueman/ppa
sudo apt-get update&&sudo apt-get dist-upgrade
sudo apt-get install blueman
Ora passiamo al nostro smartphone e nelle impostazioni generali attiviamo Bleutooth, immediatamente il Telefono inizierà a cercare nuovi dispositivi. Torniamo a Ubuntu e nella Dash scriviamo Impostazioni Sistema. Nella finestra che si apre facciamo clic su Bluetooth e …

Ubuntu sul nostro iPhone.

Immagine
Ubuntu sul nostro iPhone.


Finalmente possiamo collegare i nostri dispositivi mobili marcati Apple al servizio cloud Ubuntu One grazie a questa nuova applicazione. Grazie a questa applicazione permetteremo al nostro dispositivo di accedere ad un mondo tutto nuovo, così tutti i nostri File saranno al sicuro e soprattutto sempre disponibili ovunque ci troviamo.
Passo - 1 - Cerchiamo Ubuntu One Files nell’App Store. Entriamo nell’App Store e cerchiamo Ubuntu One Files. Come vediamo dai risultati, l’applicazione è gratuita. Andiamo a premere sul nome dell’Applicazione per vederne la scheda.
Passo - 2 - Scarichiamo l’applicazione. Premiamo su Installa e attendiamo che il processo di scaricamento e la dovuta Installazione siano completi. Come vedremo non ci vorrà molto tempo, l’intera applicazione pesa 1,5 MB.
Passo - 3 - Accediamo al servizio Ubuntu One. Inseriamo l’indirizzo email con il quale ci siamo registrati a Ubuntu One nel campo Username e poi la Password relativa per accedere a Ubuntu O…

Controlliamo la velocità di Connessione col nostro Ubuntu.

Immagine
Controlliamo la velocità di Connessione col nostro Ubuntu.


La Rete offre tantissimi strumenti per verificare la velocità della nostra Connessione Internet sempre più o meno veritieri nelle risposte, il loro lavoro lo compiono egregiamente, ma se vogliamo qualcosa di veramente professionale e veramente preciso colleghiamoci al seguente indirizzo andando ad installare : QSeedTest Corrispondente alla pagina Web:http://sourceforge.net/projects/qspeedtest/files { il programma non richiede nessuna installazione }. Per avviare la prova, basta solo scaricare l’applicazione, estrarre il file e fare doppio clic sul file :qspeedtest. Avviamo il Test di velocità facendo clic su Start.


Mauro e i Post.
http://maurogoretti.blogspot.com
programmatoriomegauno@gmail.com




UN PANNELLO MOLTO COMODO - UBUNTU -

Immagine
UN PANNELLO MOLTO COMODO


Se abbiamo più finestre aperte,tra applicazioni e cartelle,
per passare da una all'altra abbiamo due metodi.Il primo è 
usare i tasti Alt+Tab e il secondo è quello di fare clic in 
alto a sinistra su Attività.Ovviamente nessuno dei due metodi 
è particolarmente comodo,ecco perché Panel-Doclet F è la 
soluzione ideale.Tanto per cominciare possiamo decidere quale 
aspetto avrà e,se scegliamo la quarta opzione avremo un Dock
simile a quello del Mac OSX.Inoltre possiamo decidere se 
posizionare questo pannello in alto,in basso al centro,
eccetera.Ci sono anche numerosissime altre opzioni che 
possiamo modificare a piacere per personalizzarlo il 
più possibile.Una volta installato e configurato,
ci basterà spostare il cursore del mouse sul Dock per 
visualizzare tutte le applicazioni aperte.Facendo clic 
sull'icona di una di esse,la porteremo in primo piano,
senza ovviamente chiudere le altre.










NUOVE ESTENSIONI PER GNOME 3 - UBUNTU -

Immagine
NUOVE ESTENSIONI PER GNOME 3




UN UTILE MOSAICO


Quando le nostre attività con Ubuntu si fanno più intense e
frenetiche,può capitare di ritrovarci la Scrivania piena di 
finestre aperte,tra applicazioni e cartelle in uso.Ovviamente 
tutto questo può creare una certa confusione e farci perdere 
tempo a cercare ciò di cui abbiamo bisogno in quel momento.
Per fortuna possiamo installare gTile,una comoda estensione 
che serve a rimettere tutto in ordine.Dopo averla installata,
vedremo apparire nella barra in alto,una piccola icona formata 
da rettangoli.Facendo clic su di essa faremo apparire una 
griglia personalizzabile,che suddivide virtualmente la nostra 
Scrivania in un certo numero di settori uguali,da 2x2 a 6x6.
Se apriamo una finestra e vi facciamo apparire sopra la griglia,
sarà sufficiente fare un doppio clic sul settore che vogliamo 
per ridimensionare la finestra e posizionarla in quel punto.
Per ripristinare le dimensioni originali,facciamo un doppio 
clic su di essa.






Il backup della posta.

Immagine
Il backup della posta. Il comando programma gratuito “Gmail backup” scarica la vostra posta in locale.
Nell'epoca del cloud computing, dove tutto è on-line, non è detto che non vi sia più margine per operazioni in locale. Quando si parla di sicurezza, dati sensibili o importanti, un bel download, a scopo di backup, rende più tranquilli. In questi passi vedremo come scaricare in locale la posta di Gmail senza fare troppa fatica: fa tutto il programma gratuito “Gmail backup”.
Passo-1 Collegatevi all'indirizzo Web www.gmail-backup.com/download per scaricare il programma Gmail backup.
Passo-2 Procedete, come di consueto, all'installazione del software seguendo i passi della procedura guidata.
Passo-3 All'avvio del programma, compilate i vari campi della schermata principale con i dati del vostro account Gmail. Fate clic sul pulsante “Backup” per procedere al download. Spesso le caselle Gmail contengono alcuni Gb di posta: la procedura potrebbe durare molto tempo, anche ore.

Le impostazioni d…

La navigazione anonima.

Immagine
La navigazione anonima. Come evitare di lasciare tracce on-line (o su il computer) quando si compiono operazioni “a rischio”.
Si passa sempre più tempo on-line e si compiono sempre più operazioni alcune delle quali estremamente delicate: come l'home banking, o la compilazione di moduli con dati sensibili. Per evitare di lasciare tracce delle nostre operazioni, il nuovo Firefox ha implementato la funzione di navigazione anonima, che può essere attivata anche per singole operazioni. Vediamo come funziona.
Passo-1 Aprite il menu principale di Firefox, in alto a sinistra, e fate clic sul comando “Avvia navigazione anonima”. La combinazione di tasti per ottenere lo stesso risultato è CTRL+MAIUSCOLO+P.
Passo-2 Una finestra chiede conferma dell'operazione. Potete fare in modo che la domanda non venga posta, in futuro.
Passo-3 Ecco la conferma del fatto che Firefox eseguirà il vostro desiderio: nessun dato sensibile o riguardante la sessione di navigazione sarà registrato, in questa modalità.
Passo-4 Pe…

Parla al tuo Smartphone.

Parla al tuo Smartphone.

Andiamo a scoprire come con una semplice Applicazione possiamo svolgere tante attività senza nemmeno mettere le mani sul nostro telefonino, ma non mettiamoci a ridere vi prego, con Vlingo tutto questo è possibile senza meravigliarsi troppo, e vedremo che il nostro telefonino eseguirà a nostro comando parte del nostro lavoro.
Installiamo Vlingo sul nostro telefonino.
Dopo avere scaricato il software dal market, effettuiamo una prima configurazione.
Dopo avere verificato che il nostro smartphone sia collegato ad Internet, accediamo al Market Android, e, cerchiamo l’applicazione gratuita Vlingo. Avviamo quindi il Download tappando dapprima su Scarica e successivamente su Accetta e Scarica.
Avvio di Vlingo.
Al termine dell’installazione cerchiamo Vlingo nel menu principale di Android e avviamola. Accettiamo le condizioni d’uso tappando su Accetto e successivamente premiamo Salta Intro per evitare la presentazione del Software.
Configurazione in Corso.
A questo punto appar…

I Feedrss con Ubuntu.

http://maurogoretti.blogspot.com
programmatoriomegauno@gmail.com





I Feedrss con Ubuntu.

Un ottimo programma per leggere i nostri i feed RSS per la versione del nostro Sistema Operativo preferito è:Liferea e sta per Linux Feed Reader, come già detto è uno dei Migliori programmi per tenerci informati con notizie sempre più fresche provenienti dai nostri Siti preferiti., per installarlo basta solo Aprire il nostro Software Center, cercare il programma Liferea e seguire la procedura di Installazione. { guidata } _
Dopo averlo Installato, facciamo clic destro nella parte sinistra della finestra e nel menu che compare selezioniamo prima:
Nuovo e poi Nuova fonte.
Selezioniamo Google nell’elenco e facciamo clic su OK.
Dopo avere inserito il nostro indirizzo di posta elettronica e la password di accesso al servizio, comparirà l’elenco delle notizie che ci interessano. Ogni modifica che faremo a Liferea viene sincronizzata immediatamente.


La zampatadel Panda Rosso - Firefox -

         La zampata del Panda Rosso   { Firefox }.
  http://maurogoretti.blogspot.com
Email - programmatoriomegauno@gmail.com





Sincronizziamo i dati.

Diciamolo pure il Team Mozzilla nel corso degli anni ci ha abituato ad una navigazione Internet che senza mezze parole a sbaragliato tantissima concorrenza, accusando magari qualche lieve flessione col nuovissimo e velocissimo Browser di Google, ma teniamo subito a precisare che dopo l’enorme lavoro eseguito proprio dagli sviluppatori di Google per migliorare in continuazione il proprio Nato, ancora Firefox dice la sua e la dice in termini tecnici e di sicurezza che non anno niente da invidiare al colosso di Internet: Google.
Come tutti noi sappiamo l’aggiornamento del Browser di casa Mozzilla è automatico, la procedura guidata durante l’aggiornamento stesso di Firefox ci guida , e ,con due semplici clic ,compreso il riavvio siamo veramente a posto per sicurezza e navigazione, ma vediamo come sincronizzare i dati in modo semplice e veloce.
Fi…
Immagine
SABAYON 5.0

Per gli utenti GNU/Linux Sabayon è diventata ormai un appuntamento fisso e in tanti aspettano con impazienza ogni nuovo rilascio,sicuri di non essere delusi da una distribuzione (creata in Italia da Fabio Erculiani)che ormai da tempo è tra le prime dieci della classifica delle distro GNU/Linux più diffuse.Questo successo non è stato certo casuale,ma frutto di un costante lavoro di aggiornamento che fa di Sabayon una delle migliori distribuzioni per quanto riguarda l'ambito desktop,in particolare la multimedialità e Internet.Come ad ogni nuovo rilascio la distribuzione italiana integra le principali novità del mondo Open Source,con il meglio che questo è in grado di offrire. Ecco che allora non poteva mancare il nuovo ambiente grafico KDE 4.3.1,l'ultima release al momento disponibile .Dal primo rilascio di KDE 4 ne è stata fatta di strada e finalmente il desktop è stabile,ben integrato,completo e sempre più bello graficamente. Ovviamente,per chi è abituato a Gnome,sul…