Post

Visualizzazione dei post da 2012

Dalla ripresa...all'AVI.

Immagine
Dalla ripresa...all'AVI.
Comprimere i file salvati sulla scheda di memoria della videocamera. Quando registriamo un filmato con la nostra videocamera, i file sono solitamente salvati in formato MPEG2. Quindi sono troppo grandi per essere spediti o magari per condividerli. Vediamo adesso con pochi passaggi di eliminare questo fastidioso problema. Andremo ad usare un codec come: Xvid e il programma gratuito: Any Video Converter.
Iniziamo. Colleghiamo la nostra videocamera al nostro computer tramite la presa USB -Windows Seven immediatamente riconoscerà la scheda di memoria della camera come un disco esterno. Procediamo quindi ad aprire la nuova risorsa.
Spostiamoci nella cartella che contiene le nostre registrazioni. Spesso ci troveremo estensioni di File sconosciute, a volte specifiche solo per quella marca di videocamera. In ogni caso sono comuni File video, che possiamo aprire tranquillamente con il nostro riproduttore multimediale.
I file anche se non in HD, solitamente occupano m…

Spezziamo e ricostruiamo un file.

Immagine
Spezziamo e ricostruiamo un file. Quante volte ci sarà capitato di essere alle prese con problemi di spazio che affliggono le nostre pendrive o magari i nostri supporti ottici, vediamo come fare a spezzare un file in più parti, e poi assemblarli in un secondo momento. Nei sistemi Unix, esistono diversi modi che permettono di spezzare un file in più parti, ma uno dei più immediati è senza dubbio il comando: split. La sintassi è molto semplice: split OPZIONE FILE PREFISSO. Supponiamo, ad esempio di avere un'immagine ISO [file.iso] da 600 MB e di volerla dividere in quattro parti da 150 MB, ognuna avente nel nome il prefisso: parte. Ricordiamo che non è necessario usare un sottomultiplo preciso, in quanto con la parte eventualmente restante del file, split crea automaticamente un “pezzoaggiuntivo”. Il comando in esame diventa: split -b 150m file, iso parte. Così facendo, verranno creati quattro nuovi file con nome: partea , parteb , partec , parted. Se non espressamente specific…

Il nostro telefonino come Webcam.

Immagine
Il nostro telefonino come Webcam. Se non disponiamo di una webcam, ma possediamo uno smartphone Android, possiamo sempre trasformarlo in webcam.
Primo passaggio.
Dal telefonino. Dal nostro smartphone Android, accediamo a Market e cerchiamo l'applicazione: DroidCam. Tappiamo quindi il pulsante Gratis e confermiamo il download con OK. Attendiamo dunque, la fine del processo di installazione.
Secondo passaggio.
Computer. Spostiamoci ora sul nostro computer e colleghiamoci al seguente indirizzo Web: www.dev47apps.com per scaricare il client di DroidCam. Clicchiamo su Linux e scarichiamo il pacchetto: droidcam-x86.tar.gz scompattiamolo e installiamolo eseguendo : sudo ./install.
Terso passaggio.
Connessione in corso. Avviamo il software eseguendo il file: droidcam e selezioniamo: WiFi/LAN. Inseriamo in PhoneIP l'indirizzo assegnato dal router al telefonino [per scoprirlo avviamo DroidCam dallo smartphone] e confermiamo su: Connect.
Quarto passaggio.
Attiviamo la nostra WEBCAM…

La Videochat anche su Facebook.

Immagine
La Videochat anche su Facebook.
Non accontentiamoci solo di chat testuali, sul social network più famoso del mondo possiamo utilizzando una semplice applicazione effettuare video chiamate gratis proprio su Facebook. Si chiama: vChatter, l'applicazione web presente proprio su Facebook che ci consentirà di comunicare con gente di tutto il mondo, ma vediamo come fare.
Iniziamo.
Avviamo il nostro browser preferito e colleghiamoci al seguente indirizzo: http://apps.facebook.com/vchattrapp. A questo punto entriamo, utilizzando i nostri dati di accesso a Facebook. Clicchiamo poi su Consenti per fornire le autorizzazioni necessarie all'applicazione.
Chiamata in corso.
Se la nostra webcam è già collegata al nostro computer; l'immagine inquadrata viene immediatamente visualizzata a schermo. Andiamo a fare clic su: Next Person per avviare una nuova conversazione con un utente connesso al servizio. Per cambiare interlocutore utilizziamo lo stesso pulsante.
Screenshot in un lampo. Se vogli…

Con Polly Twittiamo meglio.

Immagine
Con Polly Twittiamo meglio. Semplice, leggera, pratica e sopratutto compatibile con Ubuntu 12.10. Sono queste le principali caratteristiche di Polly, la pratica applicazione che ci permette di svolgere tutte le nostre attività su Twitter. Per potere attivare Polly con un nostro account Twitter, dovremo prima inserire il codice che ci verrà fornito. Come già detto Polly è comodissima, dispone di un supporto multicolonna, disponiamo in oltre l'aggiornamento in tempo reale dei Tweet dettaglio molto importante, trattandosi di un programma per collegarsi a una rete sociale.
Installiamo il repository per Polly. Nel Terminale scriviamo la stringa di comando: sudo add-apt-repository ppa:conscioususer/polly-unstable e premiamo INVIO. Inseriamo la nostra password e quindi premiamo INVIO quando è richiesto.
Installazione e aggiornamento di Polly. Ora scriviamo la stringa di comando: sudo apt-get update e premiamo INVIO, dopodiché scriviamo l'altra stringa : sudo apt-g…

Condividere i File in Locale. Ubuntu-Windows.

Immagine
Condividere i File in Locale. Ubuntu-Windows. Uno degli scopi principali di creare una rete locale è quello di potere avere a disposizione qualsiasi file da qualsiasi computer in qualsiasi momento. Il problema si pone quando abbiamo “macchine” con sistemi operativi differenti. Nitroshare risolve in modo molto pratico il problema, visto che è compatibile sia con Ubuntu 12.10 e versioni precedenti, sia con Windows. Per installare questa applicazione, dobbiamo ricorrere come sempre al nostro Terminale, nel quale andremo a scrivere le seguenti stringhe di comando: sudo add-apt-repository ppa:george-edison55/nitroshare sudo apt-get update e infine: sudo apt-get install nitroshare confermandole con INVIO.
All'avvio di Nitroshare possiamo decidere se configurare l'applicazione manualmente, oppure usare il comodo wizard che lo farà per noi. Nitroshare inizierà il proprio lavoro stabilendo il tipo di interfaccia della nostra rete locale, dopodiché metterà in com…

Ubuntu 12.04-Convertitore universale.

Immagine
Ubuntu 12.04-Convertitore universale. Ci basteranno tre stringhe di comando da inserire dal nostro Terminale per installare una semplice e comodissima applicazione che ci risulterà facilissima anche nell'uso malgrado sia in lingua Inglese. Il nome dell'applicazione: FormatJunkie, come già detto averla a disposizione ci risolve qualsiasi problema di compatibilità convertendo un File da un formato all'altro.
Primo passaggio, scriviamo le stringhe, e, dopo averne scritte una premiamo sempre INVIO.
sudo add-apt-repository ppa:hakermania/format-junkie. sudo apt-get update e infine: sudo apt-get install formatjunkie
I campi d'intervento di questa comodissima applicazione sono ben cinque, e cioè: Audio, Video, Image [immagini], Iso/Cso e Advanced. Ci basterà dare un'occhiata ai menu di conversione per renderci conto che FormatJunkie è compatibile con i formati più comuni, ma anche con quelli meno usati. Inoltre con Advanced, possiamo codifica…

Ubuntu in stile Mac.

Immagine
Ubuntu in stile Mac. Se siamo affascinati dall'idea di avere il nostro Sistema Operativo in stile Mac e naturalmente lo vogliamo installare sul nostro computer senza avere grosse preoccupazioni, con pochi ma essenziali clic avremo a nostra disposizione Ubuntu in stile Mac, ma vediamo come fare.
Andiamo a iniziare. Per avere Ubuntu in stile Mac dobbiamo installare sul nostro computer: Cairo Dock ed è necessario prima procedere all'aggiunta del repository. Avviamo il Terminale e scriviamo il seguente comando:
sudo add-apt-repository ppacairo-dock-team/ppa. Scriviamo la nostra password da amministratore, e premiamo INVIO per aggiungere i repository e proseguiamo con l'aggiornamento scrivendo il comando: sudo apt-get update. Per installare Cairo Dock scriviamo il comando: sudo apt-get install cairo-dock cairo-dock-plug-ins. Per applicare la modifica dobbiamo assicurarci di avere disabilitato il login automatico, altrimenti, non sarà possibile selezionare l'opzione d&#…

Aumentiamo la luminosità allo schermo.

Immagine
Aumentiamo la luminosità allo schermo. Quante volte ci siamo imbattuti nel problema del non sapere come fare per cercare si aumentare la luminosità al nostro schermo del nostro computer sia fisso che portatile, specialmente per chi al computer ci lavora, ma vediamo come fare Windows 7 ci offre questa comodità, e con pochi clic eliminiamo questo piccolo e fastidioso problema.
Modificare la luminosità. Dal Pannello di controllo, andiamo a fare clic su Sistema e sicurezza e quindi su Opzioni risparmio di energia.
Andiamo a spostare il dispositivo di scorrimento accanto a Luminosità schermo nella parte inferiore del nostro schermo . La luminosità verrà modificata in maniera del tutto automatica.
Appunto importante > Se notiamo che il dispositivo di scorrimento della luminosità dello schermo non è disponibile,la modifica richiesta non è supportata [esempio: dal nostro portatile], oppure potrebbe essere necessario aggiornare i driver video. Per informazioni sul da farsi vedere e consultar…

Eliminazione dei virus. Windows.

Immagine
Eliminazione dei virus. Windows. Se il nostro computer diventa infetto, ci sono molti strumenti per ripulirlo, gli utenti di Windows non me ne vogliano, scrivo volentieri questo articolo, ma ritengo che altri sistemi operativi forniti gratuitamente, non dico che siano immuni ma credo che questo sia veramente un problema che con essi se esiste [possibilità remota], o se esiste ancora forse io non me ne sono reso conto, stiamo parlando degli OS Linux, ma torniamo a noi, perché è giusto che ognuno di noi scelga quello che più gli piace senza se e senza ma.
Se il nostro computer non dispone di un Antivirus dovremmo installarne uno, in modo immediato. Se non vogliamo spendere ci sono ottimi prodotti che ci vengono forniti dalla Rete, a mio modesto parere posso se mi permettete consigliare Avast, poi come al solito la scelta rimane soggettiva. Dovremo fare una scansione manuale del sistema in modo regolare, nel caso ci fossero virusdormienti.
Appunti che possono servire. Avast Virus Cleaner >…

Il ripristino del sistema. XP.

Immagine
Il ripristino del sistema. XP. Dedico queste righe al sistema operativo che ha generato immense discussioni sulla sua affidabilità,naturalmente stiamo parlando di XP, anche se oggi è offuscato dai blasonati Windows 7 e Windows 8, devo ammettere che in questi ultimi tempi un leggero miglioramento in prestazioni c'è stato, con gli ultimi aggiornamenti inviati da casa Microsoft, anche se ancora non è ben chiara la data di pensionamento del noto sistema operativo.
Riduciamo lo spazio occupato. Possiamo ridurre lo spazio occupato dal Ripristino configurazione del sistema. Accediamo alla cartella Sistema nel Pannello di controllo e scegliamo Ripristino configurazione di sistema. Per impostazione predefinita, questa utilità avrà allocato dello spazio in tutte le partizioni esistenti, consideriamo circa un 10% dello spazio complessivo. Questa percentuale si definisce corretta per i dischi che contengono i file di sistema, ma non per le partizioni che contengono solo dati. Possiamo vedere qu…

Botticelli e il suo tempo.

Immagine
Botticelli e il suo tempo.Aequari sibi non indignetur Apelles Sandrum: iam notum est nomen ubique suum” [Non si sdegni Apelle di essere eguagliato a Sandro: già il suo nome è noto ovunque]
Il primo gennaio del 1449 veniva alla luce a Firenze, nel polo di San Lorenzo, parte del gonfalone Lion d'oro del Quartiere di San Giovanni, Lorenzo detto poi il Magnifico, figlio di Piero di Cosimo dei Medici detto il Gottoso e di Lucrezia Tornabuoni. La sua famiglia risiedeva già nello splendido palazzo in via Larga che Michelozzo aveva iniziato a costruire cinque anni prima, arricchitosi via via di innumerevoli pitture, sontuosi arredi e raffinate collezioni, descritti con ammirazione dai cronisti e dati contemporanei che vi ebbero accesso e, dal 1458, di fatto, il luogo dove si gestiva il potere e si decidevano gli uomini da eleggere alle maggiori cariche della Repubblica. Allo Scheggia, fratello di Masaccio, secondo gli usi del tempo, venne commissionata, per l'occasione, la pittura del …

E se Troia fosse altrove?

Immagine
E se Troia fosse altrove? Nel 1995 l'Ingegnere Felice Vinci suggerì, nel suo libro Omero nel Baltico, di spostare i racconti di Omero sul mar Baltico, regione dalla quale a suo parere sarebbero partiti quelli che passeranno alla Storia come Achei, nel secondo millennio a.C. per raggiungere la Grecia portano con sé i loro miti, tra i quali Iliade e Odissea. A Nord. La ricostruzione sarebbe confermata dalla geografia descritta nei poemi epici, che secondo Vinci mal si adatta al Mediterraneo, mentre coinciderebbe perfettamente con il Baltico. Così, Troia sarebbe in realtà: Troija, nella Finlandia meridionale e affaciata sul mare, Micene secondo Vinci sorgeva all'altra estremità del Mondo Scandinavo, dove ora c'è Copenaghen. E Itaca sarebbe l'isola danese di Lyo. Alternative. Quella di Vinci non è l'unica ipotesi alternativa. Ernesto Roli nel suo libro:"La caduta dell'impero Ittita e la Guerra di Troia." Omero nell'Egeo identifica Troia con la capitale d…

Aspasia,donna fatale nell'Atene di Pericle.

Immagine
Aspasia,donna fatale nell'Atene di Pericle. Bella e raffinata, riunì nella sua casa gli spiriti eletti dell'epoca, ma i suoi distruttori l'accusarono di essere una cortigiana, colpevole di aver traviato il suo potentissimo amante:Pericle e averne influenzato le scelte politiche. Tra le poche donne che si misero in risalto per le proprie doti personali nell'antica Grecia, una delle figure più leggendarie e controverse è quella di Aspasia di Mileto [ca. 470-404 a.C.]. La sua relazione con Pericle, illustre politico dell'Atene V secolo a.C. che per sposarla lasciò la moglie, scandalizzò gli Ateniesi benpensanti dell'epoca, che l'accusarono di essere soltanto un'etéra [una cortigiana per quanto raffinata] e di avere istigato alcune decisioni politiche fallimentari per la città, in particolare la guerra contro Sparta , iniziata nel 431 a.C. Altre testimonianze legate al circolo di intellettuali patrocinato dal suo potente compagno la descrivono invece come una…

Un piccolo pensiero ai Blogger.

Immagine
Un piccolo pensiero ai Blogger. In questi giorni ho letto con stupore su un Blog italiano un post che mi fa riflettere su come si possa scrivere e sostenere delle sonore e fantasmagorichecazzate”, e, cioè: I blogger italiani non riesono a monetizzare il loro traffico perché scrivono argomenti troppo SAPIENTINI. Io personalmente invito tutti coloro che scrivono a non prendere in considerazione questa affermazione, altrimenti lo scrivere diventerebbe una fonte di divulgazione assai amara sia per chi legge, e, per chi scrive. Dobbiamo smetterla di diffondere solo CAZZATE, io credo che tanti blogger scrivono per passione, con la volontà e la consapevolezza atta a diffondere notizie vere su argomenti reali. Mi sono imbattuto anche in articoli impressionanti, quali; se la crisi economica-finanziaria veramente esiste la fonte di tale affermazione arriva dalla vendita deiPanettoniper la Santa festività del Natale, cosa impressionante visto che chi ha scritto tale argomento dovrebbe chiederlo a tutti qu…

Italia vita di un tempo.

Immagine
Toscana- Tipica e antica stalla-

Siena-Toscana-Italia.

Immagine
Siena- Piazza del Campo.

Siena-Toscana.

Immagine
Siena la Torre del Mangia.

Viuzza di Firenze.

Immagine
Firenze- scorcio di una strada.

Firenze – Il Bargello.

Immagine
Firenze – Il Bargello. Costruito nel 1255 è stato il primo palazzo pubblico della città. Fino al 1261 sede del Capitano del Popolo divenne poi la sede del Podestà, un magistrato eletto come rappresentante del popolo che era la più alta personalità della Repubblica. Il mandato del Podestà, che non era mai un fiorentino, aveva la durata di un solo anno e questo onde evitare che fosse coinvolto nella conoscenza degli affari privati: in tal modo non veniva favorita la corruzione e la legge poteva essere applicata rigidamente. Sulle pareti del cortile sono ancora visibili gli stemmi dei Podestà che vi sono succeduti per circa tre secoli. Nel XVI secolo caduta la Repubblica a favore dei Medici, il duca istituì un corpo speciale per mantenere l'ordine in città: a capo di questo corpo c'era il Capitano di Giustizia detto il Bargello; il palazzo divenne la sua residenza dal 1574 e da allora fu chiamato appunto il palazzo del Bargello. Sul finire del “700 grazie ai Lorena, fu abolita la p…

Mettiamo il turbo a Wordpress.

Immagine
Mettiamo il turbo a Wordpress. Installando alcuni plug-in si possono integrare nel nostro Blog nuove funzioni che ne migliorano la gestione, ma vediamo come fare con pochi e semplici passaggi.
Aggiungiamo nuove funzionalità I plug-in sono moduli aggiuntivi che ci permettono di aggiungere al blog nuove funzionalità. Sul sito : http://wordpress.org/extend/plugins dove se ne possono trovare e installare tantissimi. Per installare un plug-in scarichiamo sul nostro computer il file .zip corrispondente, ci basterà cliccare su: Download e poi su Salva. La cartella su cui dovremo lavorare per decomprimere il file è: wp-content/plugin da qui faremo clic su: Extract files.

Procuriamoci la Chiave. Alcuni plug-in per essere utilizzati necessitano di un API Key fornita da Wordpress che ci viene fornita in fase di registrazione del sito. Colleghiamoci alla pagina: http://en.wordpress.com/signup e compiliamo i campi contrassegnati. Premiamo Next e poi Signup.Ci verrà inviata una email con l'apposito

Amministriamo un Blog in automatico.

Immagine
Amministriamo un Blog in automatico. Aggiungiamo pagine, creiamo nuovi utenti e gestiamo le altre opzioni. Il nostro sito prende vita.
Aggiungiamo Informazioni. Per arricchire il nostro Blog, possiamo inserire nuove pagine. Possiamo usarle per una breve descrizione del sito, una nostra biografia e altro ancora. Per crearne una andiamo nel pannello di controllo, clicchiamo su Pagine, e poi, su Aggiungi Nuova. L'editor di testo è molto simile a quello che abbiamo conosciuto per gli articoli, per cui non avremo difficoltà ad inserire informazioni.
Organizziamo le sezioni. Cosa molto importante è la realizzazione di una struttura molto ordinata, con pagine e sottopagine. In Genitore assegniamo la pagina a una già esistente o renderla indipendente. Nel primo caso dovremo selezionare dal menu la pagina a cui assegnarla nel secondo imposteremo . Pagina base. In Ordinamento specifichiamo un ordine di apparizione: altrimenti saranno ordinate in ordine alfabetico.
Moderiamo i commenti. Come abbiamo detto…

Cambiare il tema al nostro Blog.

Immagine
Cambiare il tema al nostro Blog. Se siamo stanchi del solito tema del nostro Blog, possiamo cambiarlo con pochi clic e aggiungere quello che più ci piace scegliendolo da tantissimi temi proposti da WordPress, ma vediamo come fare.
Un aspetto particolare. Volendo personalizzare un blog con un tema dobbiamo selezionarlo e poi scaricarlo sul computer. Colleghiamoci al seguente indirizzo: http://wordpress.org/extend/themes dove è possibile trovare centinaia di temi differenti l'uno dall'altro.
Carichiamolo con cPanel. Andiamo ora a collegarci al seguente indirizzo: www.netsons.com e accediamo al cPanel. Avviamo il File manager e spostiamoci nella cartella : wp-content/themes. Clicchiamo su Carica e poi su Sfoglia. Selezioniamo il file compresso e premiamo Apri. Torniamo nella cartella wp-content/themes, selezioniamo il file .zip del tema e clicchiamo su Estrai. Clic su Extract File (s) e poi su Close.
Controlliamo i Temi. Ora possiamo cancellare i file .zip del tema e chiudere il c…

Il fascismo prende il potere.

Immagine
Il fascismo prende il potere. Nasce il partito fascista. Un uomo politico spregiudicato e ambizioso, Benito Mussolini, che era stato espulso dal partitoSocialista per aver sostenuto la necessità dell'intervento in guerra dell'Italia, cercò di trarre profitto dallo scontento generale fondando un nuovo partito: il partito fascista. Il fascismo così detto dal suo emblema, che riproduce l'antico fascio dei romani [fascio littorio], fatto di verghe legate assieme con in mezzo una scure, aveva un programma vago, un po' socialista e un po' liberale, un po' anarchico e un po' nazionalista e dittatoriale. Prometteva di fare tornare l'ordine in Italia e dichiarava di proporsi, al di sopra di ogni altro fine, il bene della patria.
Il fascismo ottiene l'appoggio di molti ceti sociali. Le dichiarazioni di fervente patriottismo attirarono verso il fascismo le simpatie di molti ex combattenti, che non si sentivano giustamente valorizzati dai governanti. La formazio…