A mia madre.

Mauro Goretti

Ti rubano la vita.
Apro quel cassetto,
e ritrovo la mia vita,frammenti.
Parole scritte, mai dette, mai sillabate
erano scritte per te, madre.
Quelle parole, gravi,sincere mandate a te.
Il tempo ha corroso il pensiero, ma non l'amore
che ancora provo per te madre mia, il ricordo
genera pensieri di tutte quelle parole mai
dette, ti ho perso nei sentieri dell'ombra
ma ti abbraccio nel ricordo delle parole
scritte col cuore.


Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.