Maometto da carovaniere a Profeta.

Mauro Goretti e Aramini Parri Lucia.

Maometto da carovaniere a Profeta.

Era un uomo di cultura e dotato di grande fascino.

Benché alcune fonti sostengano che Maometto fosse analfabeta, gli storici ritengono invece che avesse una buona cultura. << Maometto viveva in una società in cui l'oralità aveva ancora il primato sui testi scritti: quindi il Profeta poteva benissimo, come molti suoi contemporanei, avere una solida cultura personale e allo stesso tempo non saper leggere o scrivere. Anche se è difficile credere che non avesse una certa consuetudine con i testi che già circolavano alla Mecca e a
Medina >>. In ogni caso, cultura o meno, bastava la sua bellezza a colpire le ragazze. Secondo i canoni dell'epoca, il giovane era dotato di un grande sex- appeal: fisico poderoso, una criniera di ricci sull'ampio viso rotondo e grandi occhi neri adombrati da lunghe ciglia, Muhammad aveva la fronte spaziosa, sopracciglia lunghe e sottili, un fitto barbone scuro. “Era proporzionato, vigoroso, anche nel ventre e nel torace, con un ampio petto e grandi spalle”. Quando camminava, sembrava che stesse scendendo per un pendio” dicono le cronache. Conquistò così il cuore di una ricca vedova: poco più anziana di lui, Khadija gli si offrì in moglie nel 595. Si amarono molto, misero al mondo sei figli e lui le rimase fedele finché lei non morì, nel 619. Ma nel frattempo le cose per il giovane sposo presero una piega inaspettata. << Qualche anno prima delle rivelazioni, si racconta, il Profeta conobbe una crisi personale e religiosa, caratterizzata da periodi di ritiro spirituale >>. E proprio durante uno di questi ritiri, la sua vita cambiò.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.