Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2016

Il grande Giotto

Immagine
Giotto il maestro precursore del rinascimento.
Con il pittore e architetto fiorentino Giotto di Bondone (1267-1337 circa)
ebbe inizio un periodo di grande rinnovamento artistico. Fu un anticipatore
del rinascimento, in quanto liberò la pittura italiana dallo "stile greco",
ovvero dall'influsso bizantino. In precedenza l'unica decorazione parietale
delle chiese era costituita da mosaici, tavole o affreschi conformi al rigido
stile bidimensionale che caratterizzava la pittura di icone. Invece Giotto
cominciò a dipingere uomini in carne e ossa, con gestualità naturale e
aspetto realistico, inquadrati in uno spazio ben definito. Nei suoi cicli
pittorici narrò storie; naturalmente, erano storie di soggetto religioso:
l'arte infatti superò i confini ristretti dell'argomento religioso solamente
mezzo secolo dopo la sua morte. Il nuovo naturalismo e la nuova vivacità si
accompagnavano a una tecnica innovativa: Giotto fu il primo grande maestro
dell'affresco medie…

Firenze centro storico

Immagine
Firenze veduta dal piazzale Michelangelo.
Dall'alto di piazzale Michelangelo si ha una veduta spettacolare della
città attraversata dall'Arno, dove lo sguardo è subito catturato dalla
rossa cupola del Duomo di Santa Maria del Fiore edificata da Filippo
Brunelleschi a partire dall'anno 1420. Il campanile, alto quasi 85 m è
rivestito di marmi policromi, venne iniziato da Giotto nel 1334.
Celebre è la Porta del Paradiso (1425-52) di Lorenzo Ghiberti, sulla
facciata orientale del Battistero antistante. Nel Museo dell'Opera del
Duomo si può ammirare la michelangiolesca Pietà di Palestrina (1550-53).
Altra chiesa di grande importanza per la storia dell'arte è San Lorenzo,
progettata anch'essa da Brunelleschi: l'annessa Sagrestia Vecchia è un
gioiello rinascimentale a pianta quadrata con cupola emisferica.
In piazza della Signoria, il centro secolare della città, si trova la Loggia dei
Lanzi, con pregevoli sculture, e Palazzo Vecchio, sede del potere Mediceo.
Gli …

Pisa Piazza del Duomo.

Immagine
Pisa Piazza del Duomo.
Nel 1063 si pose mano, all'esterno delle mura cittadine, alla costruzione
del Duomo secondo il progetto dell'architetto Buscheto. L'imponente
facciata, larga 35 metri, si deve a Rainaldo, mentre i pregevoli battenti
bronzei della Porta di San Ranieri, nel transetto destro, vennero eseguiti
nel 1180 da Bonanno Pisano. Il soffitto a cassettoni della navata centrale
risale alla fine del XVI secolo. Il campanile, posto a lato del Duomo, di
struttura cilindrica, venne iniziato nel 1174 presumibilmente da Bonanno
Pisano, ma durante i lavori si inclinò per la cedevolezza del terreno ed è
oggi noto in tutto il mondo come la Torre Pendente. Si è a lungo temuto
per il suo equilibrio statico, ma finalmente si è riusciti a consolidare il
terreno e le fondamenta, garantendo la sua stabilità. L'aspetto del Battistero
(1152-1358), anche per la lunga durata della sua costruzione, risente della
transizione dal romanico al gotico. Particolarmente prezioso, all'…

Portovenere e le Cinque Terre

Immagine
Portovenere, Liguria.
Le Cinque Terre (Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore)
sono abbarbicate con effetto spettacolare alla costa ligure, rocciosa e scoscesa,
fra Levanto e Portovenere. Ancora oggi non vi sono vie dirette di comunicazione
fra i vari borghi lungo la costa, che offre solamente sentieri percorribili a piedi.
Alta sopra Portovenere si erge la chiesa di San Lorenzo, costruita nel 1130 in
stile romanico e in seguito rimaneggiata. Su una punta rocciosa, in posizione
spettacolare, si trova la chiesetta di San Pietro, ricostruita nel 1277 in stile
gotico genovese su un edificio risalente al VI secolo. Presenta il tipico
rivestimento a fasce alterne bianche e nere ed è munita di un campanile con
bifore. Il castello, che sorge su fortificazioni risalenti all'epoca romana, servì
da baluardo avanzato per la vicina Genova e venne ampliato in notevole misura
nel corso del XVII. Le isolette prospicienti sono pregevoli non solamente sotto
l'aspetto paesaggis…

Venezia e la sua Laguna

Immagine
Venezia e la sua Laguna.
Nel XV secolo Venezia era la più florida città italiana, il maggiore
emporio commerciale e vantava la più importante flotta del Mediterraneo.
A partire dal XVI secolo, con la scoperta della via marittima per le Indie
e l'apertura delle rotte atlantiche, vide scemare la sua rilevanza politica,
ma ciò nonostante rimase un importante centro economici e culturale.
La sua via d'acqua principale è il Canal Grande, dal quale si diramano
numerosi canali laterali. Al suo sbocco si trovano, in piazza San Marco,
gli edifici più famosi di Venezia: la basilica di San Marco, con i suoi
mosaici dorati, che nella sua forma attuale risale all'XI secolo, e
l'adiacente Palazzo Ducale, edificato nel XII secolo su una costruzione
preesistente dell'anno 825, che ospita gli appartamenti dei dogi.
Venezia, con le sue isole e i suoi canali, è un unicum mondiale di
"arte totale". Qui si trovano, in una concentrazione che non ha uguali,
chiese, conventi, pa…

Vicenza e le ville Palladiane in Veneto

Immagine
Le Ville Palladiane.
Oltre che gli studi umanistici, per il giovane architetto Palladio,
furono determinanti le visite ai monumenti di Roma antica. Il suo
spiccato senso dell'armonia e della proporzione lo portò a realizzare
una serie di edifici e di ville in Veneto specie a Vicenza e nei dintorni
che meritano un posto di rilievo nella storia dell'arte e che dettero
origine a uno stile originale, detto appunto "palladiano", che si sarebbe
poi diffuso in tutta Europa, specialmente in Inghilterra, diventando in
seguito il modello normativo dell'architettura coloniale inglese.
Fra le prime opere significative, il rifacimento del Palazzo della Ragione a
Vicenza, poi detto anche "Basilica Palladiana". A partire dal 1570 Palladio
realizzò la costruzione della Loggia del Capitaniato a Vicenza, città dove,
nel 1580, anno della sua morte, progettò anche il Teatro Olimpico (poi
portato a termine dal figlio Silla e da Vincenzo Scamozzi), che presenta
richiami espl…

Arte rupestre in Val Camonica

Immagine
Arte rupestre.
Pressi Capo di Ponte, sul versante orientale della Val Camonica, in
provincia di Brescia, si trova il più esteso sito europeo di incisioni
rupestri preistoriche. Sono arrivate fino a oggi, su circa 1000 blocchi di
pietra, oltre 200 000 incisioni preistoriche. Le più antiche sono databili
al 6000 a. C. circa. Queste raffigurazioni, di notevole estensione,
rappresentano principalmente temi della vita quotidiana: pastori, animali
domestici e selvatici, scene di caccia e di guerra, armi e attrezzi agricoli,
lavori artigianali. Ai motivi geometrici e alle figure astratte che riempiono
gli spazi fra le diverse scene naturalistiche sono invece attribuibili
significati culturali. Gli artisti, dei quali non si conosce l'identità,
appartenevano probabilmente a una popolazione alpina, i camuni, di
origine retica o euganea, le cui tracce di insediamento risalgono al IV
millennio a. C. Nel parco nazionale delle incisioni rupestri di Naquane,
presso Capo di Ponte, si possono osse…

I sacri monti in Piemonte e Lombardia

Immagine
I sacri monti.
In totale in Italia settentrionale vi sono una ventina di Sacri Monti,
nove dei quali sono stati inseriti nella lista del patrimonio dell'umanità:
Varallo, Sesia, Orta, Varese, Oropa,Valperga, Serralunga di Crea,
Domodossola, Ghiffa e Ossuccio. Nel medioevo la meta di pellegrinaggio
più importante era Gerusalemme, la città dove Gesù aveva vissuto e
predicato, il luogo della sua passione e della sua resurrezione.
Poiché il pellegrinaggio in Terrasanta divenne sempre più difficile nel
corso dei secoli, si formò in Occidente l'idea di ricostruire le stazioni
della Via Crucis e gli altri luoghi della vita di Gesù. Il Sacro Monte di
Varallo Sesia noto anche come la "Nuova Gerusalemme" risale alla
prima metà del XVI secolo. Il pittore e scultore Gaudenzio Ferrari
(1475-1546) scolpì 40 figure a tutto tondo in legno policromo, che collocò
nelle cappelle del Calvario (1520-26) e dei Magi (1526-28), da lui decorate
con dipinti di paesaggi e di vedute cittadine. …

Pittore, ingegnere, inventore.

Immagine
Il grande maestro.
Leonardo da Vinci fu un genio universale, la cui fama perdura ancor oggi.
Nacque il 15 aprile 1452 nei pressi del villaggio di Vinci, circa 30 km a
occidente di Firenze. Come scienziato Leonardo svolse  ricerche, di gran
lunga più avanzate rispetto alla sua epoca, in campo geofisico, botanico,
idrologico e tecnologico, e scrisse saggi teorici di pittura, architettura,
meccanica e anatomia umana. Si dedicò anche all'invenzione di macchine
volanti e di macchine da guerra e fu eccelso disegnatore e pittore.
Oltre ai dipinti, realizzò infatti innumerevoli schizzi, studi, disegni e cartoni.
Sono giunti fino a noi solo pochi dipinti del maestro che ha portato a
perfetto compimento lo stile classico compresi i suoi due più famosi,
La Gioconda (1503-6) e L'ultima cena (1495-97). Altre opere celebri sono
La Vergine delle rocce (1483) e Sant'Anna con la Vergine e il Bambino (1503-16),
entrambe al museo del Louvre. I centri in cui si svolse principalmente
l'attiv…

Santa Maria delle Grazie.

Immagine
Santa Maria delle Grazie con
l'ultima cena di Leonardo da Vinci.

La chiesa di Santa Maria delle Grazie venne costruita fra il 1465 e il 1482 in
stile tardogotico da Guiniforte Solari (1429-1481) come chiesa conventuale
domenicana. Nel 1492 Ludovico Sforza, duca di Milano, decise di
trasformarla in mausoleo, per sé e per la moglie Beatrice d'Este. Questo
progetto, che prevedeva il rifacimento della facciata e delle navate, venne
però realizzato solamente in piccola parte, a causa dell'invasione del ducato
da parte dei francesi (1498).
L'architetto rinascimentale Donato Bramante eresse sul lato orientale della
chiesa (in luogo del presbiterio preesistente) una grande tribuna con absidi
emisferiche. In quel periodo (1482-99) Leonardo da Vinci era al servizio
di Ludovico Sforza in qualità di pittore e ingegnere. Come pittore completò
solamente sei opere, fra le quali il monumentale dipinto parietale dell'Ultima
cena nel refettorio dell'abbazia di Santa Maria delle Gr…

I due lati opposti.

Immagine
I due lati.
Non bisogna mai dimenticare da che parte stare.

Anime Inquiete.

Immagine
Anime Inquiete.
Anime inquiete, quale fascino scaturite.........l'oblio è in voi.........Un fascino oscuro aleggia sulle vostre figure........Chi siete?

Liberi.

Immagine
Liberi.
Sei sicuro di essere veramente libero........Di essere padrone di te stesso....... Di sentirti realizzato...... Sapessi come vorrei sentirmi un' aquila, l'alito del vento, e, quel profumo di libertà che tutti noi sognamo e bramiamo, è ad un passo da noi perchè non riusciamo ad afferrarla?



Ricordi.

Immagine
Ricordi.

Appassionato di grafica, adoro pensare a come eravamo, contro chi combattiamo.... contro di noi, chi sono i draghi che combattiamo, la nostra vita è serena..........Forse no........



Affascinato.

Immagine
Affascinato.

La mia fantasia a volte si ferma, immagino un Mondo diverso con i Creatori della Vita.......

Colibrì

Colibrì - Pizzeria.Pizzeria, gastronomia, rosticceria.
Persone educate ma solo nell'apparenza, non vi consiglio di andare a mangiare  nel suo locale, visto che le pizze sono congelate e sanno di gomma. Vi consiglio di rivolgervi altrove in locali migliori.
Questo è l'indirizzo:


https://www.google.it/maps/@43.9913333,11.3535666,3a,75y,254.69h,80.5t/data=!3m6!1e1!3m4!1spcgPYCCQB6NhW9tm20HjjA!2e0!7i13312!8i6656!6m1!1e1?hl=it


INDIRIZZO:Viale Matteotti Giacomo Scarperia (FI)TELEFONO:0558468360CATEGORIE:RosticceriaGastronomia
-

Officina il Tornio

Immagine
Officina il Tornio.

Da evitare, non esiste professionalità e responsabilità

Clamav-Gui

Immagine
Clamavè il più noto software antivirus Open Source. Una rapida ricerca sul Web
ci ha rivelato che è uno dei primi front-end grafici per il progetto è nato addirittura
nel 2005. In realtà noi abbiamo utilizzato con soddisfazione ClamTk, un'eccellente
applicazione basata su GTK che però ha il solito difetto di essere un po' obsoleta.
Sempre su questo fronte, siamo quindi andati alla ricerca di qualcosa di nuovo.
Abbiamo quindi trovato Clamav-Gui, un progetto nato lo scorso anno dallo
sviluppatore Joerg "Wusel 1007" Pai legato alla comunità di OpenSUSE.
Questa piccola utility basata su Qt5, anche se attualmente in corso di sviluppo,
supporta la maggior parte delle caratteristiche del popolare antivirus.
L'applicazione si avvia in formato minimizzato nella barra di sistema e non
compare fino a quando non vi facciamo clic sopra. L'interfaccia che mette a
disposizione è di buon livello, colorata e organizzata in modo apprezzabile.
Sono presenti le più comuni funzio…

Opinione donna Blog.

Immagine
Opinione Donna.

Twitter :      twitter.com/farfalla163?lang=it

Web:    opinionedonna.altervista.org


Per tutte le donne



Opinione donna.

Immagine
Opinione donna.
Questo è il titolo del nuovo Blog che si occuperà dell'universo femminile:
opinionedonna.altervista.org   dedicato a tutte le donne.................

Browser Web Dillo.

Immagine
Browser Web Dillo.

La maggior parte degli utenti Linux tende a utilizzare Firefox
o Chrome. Tuttavia, seppure meno conosciuti, nel mondo del
Pinguino è disponibile una vasta scelta di browser più o meno
potenti e leggeri. Uno di questi è proprio Dillo, un programma
Unix che fa del minimalismo uno dei suoi punti di forza.
Questo browser,infatti, è basato sulla libreria FLTK 
( Fast, Light Tool Kit) che, pur conferendogli un aspetto un po'
retrò , fornisce un ambiente privo di qualsiasi distrazione.
Purtroppo ci sono alcune limitazioni, tra cui il mancato supporto
per i JavaScript e i plugin. Al contrario, funziona alla perfezione
con i CSS. In altre parole, potremmo definirlo un browser che va a
braccetto con chi non ha mai digerito il Web 2.0. Dillo è incluso
in molte distro Linux. Per installarlo, basta usare il comando
$ sudo apt-get install dillo. Il programma, al primo avvio, lascia
stupiti per la sua velocità. Ci vuole solo un secondo per veder
comparire l'interfaccia grafi…

Haguichi.

Immagine
Haguichi front grafico.

Hamachi è un configuratore grafico per reti VPN, in grado di
stabilire legami diretti tra computer che si trovano dietro firewall
NAT. Il tutto senza richiedere la configurazione dei software di
protezione. In altre parole, Hamachi emula una rete locale per
qualsiasi insieme di computer collegati a Internet. Per chi sta
dietro firewall aziendali o usa connessioni limitate, Hamachi 
può essere davvero utile. Il fatto che il client di questo software
sia proprietario potrebbe essere un freno per chi tiene molto
all'argomento. Tuttavia, a tal proposito, è possibile utilizzare
Haguichi che adesso usa Vala e GTK3, sfruttando poi gsettings
(per la memorizzazione del setup) e Pango (per il rendering del testo).
L'applicazione lavora molto bene con Gnome 3 e i suoi derivati.
Haguichi, inoltre, ha una grafica particolarmente curata. Potete
accedere ai vostri file da un'altra macchina, riprodurre musica,
nonché visualizzare il desktop remoto. Il tutto sfruttando …

Angels of Darkness.

Immagine
Angelsof Darkness.

I have a greatfascination forthis aura ofmystery surroundingthese tenebrousbeings.



Remember.

Immagine
Remember.

To remember who we were, again........





The power.

Immagine
The power.

The Black Lady ......... I remain fascinated byso much power.



Informatica

Immagine
Delta58




Troverete se lo desiderate alcuni miei articoli anche su:

https://commons.wikimedia.org/wiki/User:Delta58



MuseScore

Immagine
MuseScore.

MuseScore viene presentato come un programma per la notazione
musicale multipiattaforma. Nella sua categoria è l'unico a essere del
tutto OpenSource e talmente avanzato da rivestire un punto cardine
per i professionisti del settore. MuseScore, grazie a Qt5, si integra bene
in qualsiasi ambiente desktop. Consente l'inserimento delle note in modo
semplice e veloce. In più, dispone di un sequencer integrato per la riproduzione
immediata della partitura. Gli sviluppatori si sono messi nei panni di chi
si avvicina alla musica per la prima volta e non sa leggere le note.
Hanno quindi prodotto una documentazione degna di un programma
professionale. Ci sono video lezioni che spiegano le modalità d'inserimento
delle note, l'aggiunta di testi, accordi e commenti. Più tutta un'altra serie
di informazioni che permettono di usare al meglio l'applicazione e imparare
in modo altrettanto apprezzabile la partitura musicale. Per coloro che non
amano apprendere davanti …