Browser Web Dillo.




Browser Web Dillo.

La maggior parte degli utenti Linux tende a utilizzare Firefox
o Chrome. Tuttavia, seppure meno conosciuti, nel mondo del
Pinguino è disponibile una vasta scelta di browser più o meno
potenti e leggeri. Uno di questi è proprio Dillo, un programma
Unix che fa del minimalismo uno dei suoi punti di forza.
Questo browser, infatti, è basato sulla libreria FLTK 
( Fast, Light Tool Kit) che, pur conferendogli un aspetto un po'
retrò , fornisce un ambiente privo di qualsiasi distrazione.
Purtroppo ci sono alcune limitazioni, tra cui il mancato supporto
per i JavaScript e i plugin. Al contrario, funziona alla perfezione
con i CSS. In altre parole, potremmo definirlo un browser che va a
braccetto con chi non ha mai digerito il Web 2.0. Dillo è incluso
in molte distro Linux. Per installarlo, basta usare il comando
$ sudo apt-get install dillo. Il programma, al primo avvio, lascia
stupiti per la sua velocità. Ci vuole solo un secondo per veder
comparire l'interfaccia grafica. Questo indipendentemente dalla
macchina su cui lo utilizzate. Nel nostro caso abbiamo fatto la prova
 del nove con un vecchio PC equipaggiato con Celeron a 333 MHz.
Dillo, in sé, ha funzioni ridotte al minimo. Dispone di una barra
di navigazione, un gestore per i segnalibri e il supporto per le schede
di navigazione. Tutte le altre opzioni possono essere controllate
modificando il file di configurazione  ˜ / .dillo / dillorc.
Questo include diverse righe commentate con parametri di descrizione
molto chiari e dettagliati. L'elenco delle funzioni e delle variabili
supportate comprende varie voci. Il browser, è importante ricordarlo
disabilita i cookie per impostazione predefinita. Per abilitarli, è 
quindi necessario mettere mano al file appena citato. 

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Le conquiste di Carlo Magno.