Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

Questa è la mia Italia.

Mentre si parla di sigarette elettroniche, di divieto di fumo nelle scuole, questa è la situazione vera nel mio Paese, ancora non si vede via di uscita, e le famiglie si devono adattare pur di lavorare.

Sono quasi 3 milioni i lavoratori in nero presenti in Italia. Con le loro prestazioni questi lavoratori, secondo un'analisi della Cgia di Mestre, "producono" 102,5 miliardi di Pil irregolare all'anno (pari al 6,5% del Pil nazionale), "sottraendo" alle casse dello Stato 43,7 miliardi di euro di gettito. 

La Regione più "colpita" è la Calabria: l'incidenza del valore aggiunto da lavoro irregolare su quello regolare è pari al 18,6%. Quasi la metà del gettito potenzialmente evaso è in capo alle regioni del Sud. 

In generale è tutto il Sud a soffrire la presenza dell'economia sommersa: quasi la metà (19,2 miliardi su 43,7) del gettito potenzialmente evaso è in capo alle regioni del Sud. 

I numeri, riferiti al 2011 (ultimo anno disponibile), sono st…

E si parla di ripresa......

Immagine
Le innumerevoli bugie dell'apparato Italiano.


Sempre meno prestiti e sempre più cari
Così le banche strozzano le piccole imprese I crediti verso la Pubblica amministrazione sono pari a 91 mldConfartigianato 0ALTRI 3 ARGOMENTI «La situazione creditizia delle imprese, soprattutto quelle di piccola dimensione, è molto critica. Quel che è più grave e paradossale è che gli imprenditori sono costretti a indebitarsi con le banche per compensare i mancati pagamenti da parte della Pubblica amministrazione di altre aziende». E' questo l'allarme lanciato da Giorgio Merletti, presidente di Confartigianato, a commento dei dati raccolti ed elaborati dalla stessa associazione imprenditoriale: tra maggio 2012 e maggio 2013 i prestiti bancari alle aziende sono diminuiti di 41,5 miliardi di euro, pari a un calo del 4,2%. Contemporaneamente il debito accumulato dalla Pubblica amministrazione verso le imprese ammonta a 91 miliardi.

I grandi dello sport.

Immagine
I grandi dello sport. L'erede dei grandi Campioni. E finché ci sono gare, ci sono campioni. Jackie Stewart è l'erede naturale dei grandi del passato, come Juan Manuel Fangio e Jim Clark. Nessuno come lui, però, ha compiuto un'ascesa così rapida nel mondo delle corse. Jackie Stewart è nato a Milton in Scozia il 6 novembre 1939. Suo nonno era una guardia forestale; il padre, invece, gestiva una piccola autorimessa dove Jackie andò a lavorare appena quindicenne. Lui e la scuola non erano mai andati molto d'accordo. Ma la voglia di motori non lo contagiò subito. Il nonno gli aveva insegnato a sparare nei boschi attorno a Milton e Jackie era diventato ben presto un campione. Era tanto abile e sicuro di sé che venne convocato dalla Federazione inglese per la nazionale di tiro al piattello in occasione delle Olimpiadi di Roma del 1960. Il tiro al piattello dichiarerà poi Jackie mi arricchì di doti che mi servono ancora: colpo d'occhio, polso fermo e rifles…

La Cometa di Halley.

Immagine
Astronomia
La Cometa di Halley.
Facciamo adesso la conoscenza con questa cometa.  La cometa di
Halley era già nota all'umanità da almeno 2 mila anni, perché i suoi
passaggi in prossimità della Terra sono sempre stati spettacolari, per
l'eccezionale brillantezza della sua testa e per la grande estensione
della sua coda luminosa.  Naturalmente, per tutto questo periodo
non si chiamava ancora << cometa di Halley >>.  Il nome le venne
ufficialmente attribuito nel XVII secolo.  Nell'anno 1682, infatti,
l'astronomo reale della Corte d'Inghilterra, Edmund Halley, calcolò
l'orbita di una cometa apparsa con grande splendore nel cielo, e
notò come questa fosse molto simile alle orbite delle comete apparse
rispettivamente nell'anno 1607 e nell'anno 1531: perciò concluse che
le comete sono corpi celesti i quali, dopo essere comparsi in prossimità
della Terra e dopo aver compiuto il loro passaggio intorno al Sole, non
spariscono per sempre nello spazio …

Attenti al cibo.

Immagine
Attenti al cibo. È arrivata l'estate e di conseguenza il periodo tanto agoniato: le ferie, sinonimo di viaggi e puro divertimento, come sappiamo godersi un periodo di riposo in una località estera è sempre bellissimo nel suo insieme, culture nuove, genti nuove e cibo diverso da quello a cui siamo abituati, ecco perché dobbiamo stare attenti e usare alcuni accorgimenti che ci risulteranno utili. I golosoni in viaggio rischiano di più, perché in ciò che si mangia e si beve si annidano i parassiti che spesso rovinano la vacanza: non a caso è la malattia più comune fra i turisti e colpisce circa all'80% chi si reca in zone a rischi. Se riteniamo che l'acqua non sia di buona qualità, è bene usare solo quella in bottiglia, anche per lavarsi i denti e cucinare. Se questo non fosse possibile, l'acqua disponibile va sempre bollita prima di qualsiasi uso e trattata poi con Kit che la filtrano e la purificano, che a volte non danno la massima garanzia. Per i cibi vanno evitati qu…

Una spinta alla Fotocamera di Android.

Immagine
Una spinta alla Fotocamera di Android.

1] Accediamo alle opzioni premendo l'icona a forma di ingranaggio.
Da qui gestiamo le varie modalità di scatto, che ci permettono di
regolarizzare con la massima libertà il processo fotografico. Con la
voce Timer, per esempio, impostiamo l'autoscatto, con scatto
multiplo attiviamo la "raffica".

2] L'attivazione vocale, è uno strumento utilissimo per sfruttare
l'autoscatto. Una volta operativa l'app informa quando dare
il comando per scattare. Abbiamo così tutto il tempo per
metterci in posa.

3] Nel menu Impostazioni > Dimensione foto stabiliamo un
valore qualitativo dei nostri scatti. Possiamo inoltre scegliere
se sfruttare la massima risoluzione per foto dettagliate ma, dalle
dimensioni importanti, oppure la minima qualità per immagini
molto più leggere.

4] Entrando in Impostazioni > Tutte le Impostazioni > Pulsanti custom.
Da qui andremo ad assegnare alcuni tasti del tuo smartphone alle funzioni
della foto…

I PDF sull'iPhone.

Immagine
I PDF sull'iPhone.

iOS non permette di creare PDF come su Mac: per questo servono strumenti da terze parti. L'app PDFPrinter consente infatti di creare e condividere i PDF direttamente dall'iPhone, partendo dal Browser, o da documenti Word, Excel, PowerPoint, Pages, Numbers, Keynote oppure usando immagini, messaggi appunti e contatti memorizzati nello smartphone.
La funzione di esportazione funziona molto bene: converte qualunque documento in PDF in modo rapido e semplice. Permette inoltre di unire più documenti in un solo PDF, di stampare usando i dispositivi AirPrint, di trasferire documenti dal computer attraverso iTunes. Possiamo inoltre sfruttare l'account Dropbox, per caricare o salvare il file direttamente in cloud.

Rammarico.

Immagine
Scrivo queste righe con rammarico, ma vanno scritte per tutte quelle persone che soffrono, e non solo per la crisi che il nostro Governo non sa affrontare in modo significativo e imperativo, vedo il mio Paese ridotto alla semi povertà, i nostri politici affrontano temi irrisori: sembrano vivere in un altro mondo, certo i loro problemi sono quelli di mantenere la poltrona e non certo quelli di mettere insieme il pranzo con la cena.Vedo impegni di vari gruppi che denunciano su Facebook quello che sta accadendo nel mio Paese, solo questi giovani sembrano avere compreso molto bene la situazione che tutti i giorni si aggrava sempre più. Mi chiedo dove sono finiti gli uomini di un tempo? È possibile che nel nostro meraviglioso Paese nessuno reagisca a questo sfacelo? Notiamo tutti, che non esiste una persona che occupa posti Importanti, la quale non sia indagata o magari già condannata a pene più o meno importanti. Stiamo assistendo alla svendita del patrimonio Industriale Italiano incapac…

Regoliamo la luminosità alla nostra Webcam.

Immagine
Se noi, col nostro portatile ci spostiamo da un angolo all'altro sia di una stanza, o magari in altri luoghi, e vediamo cambiare la luminosità alla nostra Webcam, niente paura: Calise ci viene in aiuto, il nome del programma sta per: Camera Light Sensor e utilizza la webcam integrata nei portatili per scattare alcune foto a intervalli regolari e rileva il grado di luminosità.
Dopo avere analizzato gli scatti, il programma regola di conseguenza la luminosità dello schermo. Oltre a Calise dobbiamo scaricare e installare un componente necessario per far funzionare il programma. Se usiamo Ubuntu13.04 a 32 bit colleghiamoci all'indirizzo: http://tinyurl.com/kblkfct e scarichiamo:
calise-32-bit, poi colleghiamoci a: http://tinyurl.com/lkjn86v  e scarichiamo python-ephem-32-bit. Se invece usiamo Ubuntu 13.04 a 64 bit colleghiamoci all'indirizzo: http://tinyurl.com/mrurqk2 e scarichiamo calise-64-bit poi colleghiamoci a http://tinyurl.com/l9sc35z e scarichiamo python-ephem-64-bit.…

L'Italia al........

Immagine
Il mio Paese è ridotto così: la povertà in Italia sta dilagando, un governo serio non avrebbe mai portato i propri cittadini a un degrado così subdolo, già scritto negli articoli precedenti l'Italia deve e attraversare un momento di politiche sbagliate, di chiacchiericci di uomini che non sanno altro che discutere di cose futili e intanto il paese cede il passo alla rovina e al degrado. Ma secondo me il bello deve ancora arrivare, mi auguro che il malumore sociale non straripi in qualcosa di ancora peggiore.
Se volete leggere questa conferma:
Crisi: Confcommercio, quadro Istat su poverta' allarmante

Spotify anche in Italia.

Immagine
Spotify ha finalmente aperto le porte anche in Italia e possiamo usufruire di questo ottimo servizio di riproduzione di brani musicali in streaming anche con Ubuntu. Accanto alla possibilità di ascoltare la musica direttamente dal sito stesso, possiamo installare facilmente il client per poter accedere al servizio senza usare il programma per navigare in Rete.
Avviamo il Terminale e scriviamo il comando:
sudo apt-key adv -- keyserver keyserver.ubuntu.com -- recv-keys 94558F59   e premiamo INVIO.
Scriviamo ancora:
sudo sh -c ' eco " deb http://repository.spotify.com stable non-free >>/etc/apt/sources.list " e premiamo ancora INVIO e procediamo scrivendo: sudo apt-get update e premiamo INVIO ancora una volta. Al termine dell'aggiornamento scriviamo:  sudo apt-get install spotify-client.



Nuovo ambiente per Deepin.

Immagine
Come tutti noi sappiamo Linux Deepin è una vera distribuzione Cinese, non ufficiale, basata su Ubuntu 13.04. Di recente è stata rilasciata la versione 12.12, che comprende un nuovo ambiente Deepin Desktop Environment DDE, che è basato su Gnome Shell. Il nuovo menu di Linux Deepin 12.12 ricorda molto Homerun di KDE, l'ambiente Desktop di Kubuntu, inoltre con questo sistema operativo possiamo raggruppare nel Desktop applicazioni file o cartelle. Infine con la versione 12.12, viene alla luce il nuovo Software Center 3.0, con una pagina principale completamente ridisegnata, che include le operazioni consigliate. Per accedervi possiamo usare il nostro account Linux Deepin, che ci permette di scrivere i commenti.


Gli antichi mestieri.

Immagine
Un articolo per farvi capire quello che abbiamo perso, vuoi per la crisi e vuoi anche perché ci vergogniamo del nostro passato. Realtà importanti, dove imparavamo un mestiere,oggi non ci vogliamo sporcare le mani, senza tenere di conto che il lavoro in ufficio non ci sarà per tutti, e questo non lo vogliamo accettare. Ingannati da false promesse e da tante chiacchiere una parte di noi è definitivamente scomparsa.

Gli Antichi Mestieri Modugno Gli antichi mestieri

La scomparsa di tanti mestieri, relegati ormai soltanto nella memoria, costituisce una perdita assai grave, dal momento che si pone l'esigenza di conservare la memoria storica per comprendere il nostro presente.
Li ricorda Nicola Milano nel suo libro "Curiosando per Modugno" (II edizione, Levante Editori, Bari), che tra le altre cose ci parla di "altre consuetudini", quelle degli antichi mestieri, oggi per lo più scomparsi, anche perché il consumismo ha contribuito notevolmente alla loro sparizione.
Gli om…

Cacciatore di ladri.

Immagine
Cacciatore di ladri.
Con un programma gratuito possiamo scoprire il volto di chi ci ha rubato il portatile e controllare cosa fa il nostro computer: si chiamo Prey ed è fenomenale.
Prey è un programma gratuito che si scarica e si installa sul dispositivo che vogliamo proteggere, sia portatile Tablet o Smartphone. Possiamo scaricarlo dal sito: www.preyproject.com  nella sezione Download. Proprio questo sito ci permette anche di accedere al sistema per controllare lo stato dei dispositivi su cui abbiamo installato Prey. Nella sezione Download troveremo diverse versioni di Prey anche sotto forma di app per i nostri Smartphone. Durante l'installazione dovremo inserire i nostri dati per la registrazione, dopodiché ci verrà inviata una email di conferma non appena la registrazione avrà avuto buon esito.
Supponiamo che il nostro dispositivo ci sia stato rubato, e sia dotato di una Webcam funzionante, possiamo approfittarne. Nel momento in cui risvegliamo Prey, l'applicazione invia un…

Siamo alParadosso.

Immagine
2