La Cometa di Halley.

Astronomia


La Cometa di Halley.


Facciamo adesso la conoscenza con questa cometa.  La cometa di
Halley era già nota all'umanità da almeno 2 mila anni, perché i suoi
passaggi in prossimità della Terra sono sempre stati spettacolari, per
l'eccezionale brillantezza della sua testa e per la grande estensione
della sua coda luminosa.  Naturalmente, per tutto questo periodo
non si chiamava ancora << cometa di Halley >>.  Il nome le venne
ufficialmente attribuito nel XVII secolo.  Nell'anno 1682, infatti,
l'astronomo reale della Corte d'Inghilterra, Edmund Halley, calcolò
l'orbita di una cometa apparsa con grande splendore nel cielo, e
notò come questa fosse molto simile alle orbite delle comete apparse
rispettivamente nell'anno 1607 e nell'anno 1531: perciò concluse che
le comete sono corpi celesti i quali, dopo essere comparsi in prossimità
della Terra e dopo aver compiuto il loro passaggio intorno al Sole, non
spariscono per sempre nello spazio astrale, ma possono tornare a essere
viste nuovamente.  Secondo Edmund Halley, anche le osservazioni che
erano state fatte nell'anno 1456 e nell'anno 1365 dovevano corrispondere
a due passaggi della medesima cometa; se era così, questa avrebbe dovuto
fare la sua comparsa nuovamente nell'anno 1758.
E infatti, nella notte di Natale di quell'anno, la cometa di Halley apparve
puntualmente.  Nel suo passaggio del 1910 la cometa di Halley fu osservata
per la prima volta al telescopio, e gli astronomi poterono ricavare, finalmente,
dati precisi sulla sua orbita.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.