Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2013

Succede nel mio Paese: l'Italia.

Immagine
E' SUCCESSO A MILANO....storia di ordinaria disperazione.
Angela una donna di 76 anni come tutte le mattine si reca al supermercato "Pam di via Archimede Milano"; tira fuori gli occhiali per controllare i prezzi con cura meticolosa; scarta il prosciutto crudo e il cotto, scarta i salumi, scarta la mozzarella, tutto costa troppo, deve fare una scelta...

Sceglie quella con il costo più basso, la infila nel carrello dove ci sono già una scatoletta di tonno e del pan carré.

La Signora Angela, si reca verso la corsia dei formaggi, con le dita sfiora il parmigiano, fruga tra i pacchetti alla ricerca di quello meno voluminoso, legge accuratamente ogni prezzo, e poi lo ripone come se avesse un ripensamento sulla scelta.

In verità la Signor Angela non ha abbastanza soldi per comprare il formaggio, decide di andare via, ma é un attimo, vede una scatoletta di Tic Tac alla menta abbandonata vicino al banco frigo, la mano scivola verso la casacca e sospinge la piccola scatolina di Tic Ta…

Riccardo Cuor di Leone. Storia.

Immagine
Riccardo Cuor di Leone. Storia. Eroe della terza crociata. La notizia che si deve preparare una terza Crociata contro gli infedeli riempie di gioia Riccardo Cuor di Leone: da tempo egli sogna di vivere avventurosamente come fanno i Cavalieri. Ed egli è veramente un perfetto Cavaliere: sa usare con grande destrezza le armi e ha già avuto occasione di mostrare la sua bravura cimentandosi in << singolar tenzone >>. Ora, finalmente, può mettere il suo valore e il suo coraggio al servizio di una grande e giusta causa: la liberazione della Terra Santa dagli infedeli. Per un anno intero non pensa che a prepararsi a questa grande impresa. Ci vogliono molti denari per allestire un esercito, ma Riccardo non si perde d'animo: se li procura vendendo parecchie contee e imponendo forti tasse al popolo. Nell'estate del 1190 il potente esercito è pronto e Riccardo Cuor di Leone parte per la guerra. Ma vuole giungere in Palestina con la gloria del grande…

La Tigre. Zoologia.

Immagine
La Tigre. Zoologia. Tre << categorie >> di tigri. Ma non tutte le tigri meritano questa dura condanna; e i cacciatori specializzati sono i primi ad affermarlo. Gli Indiani infatti usano dividere le tigri in tre categorie: <<tigri cacciatrici di selvaggina >>, << tigri predatrici di bestiame domestico >> e << tigri antropofaghe >>. Le prime sono le più numerose e anche le più agili e veloci. Vivono lontane dagli abitati, nelle foreste e fra le alte erbe, facendo strage di cinghiali, cervi e altra selvaggina. Poiché questi erbivori, quando sono troppo numerosi, devastano i raccolti, le tigri distruggendoli si classificano addirittura,paradossalmente, fra gli animali utili all'agricoltura. Le << predatrici di bestiame domestico >> sono tigri vecchie e un po' grasse, che avendo perso la velocità e la potenza dello scatto non se la sentono più di cacciare la selvaggina. Si stabiliscono allora nei…

Il Cardinale Richelieu. Storia.

Immagine
Il Cardinale Richelieu. Storia. Vescovo a ventidue anni. Il padre di Armando Giovanni du Piessis de Richelieu (pron.dù plessi de risceliò) servì come capo della real casa i re Enrico III ed Enrico IV, ricevendo per la propria famiglia il beneficio del vescovado di Lucon (pron. Lusòn). Questo beneficio era destinato al secondogenito Alfonso, ma costui rinunciò all'episcopato, che venne così assegnato ad Armando, il figlio più giovane. Si era nel 1605 ed Armando, che aveva vent'anni (era nato a Parigi nel 1585), era sul punto di prendere il brevetto d'ufficiale. Il giovane acconsentì a seguire la nuova via, applicandosi ai nuovi studi con volontà formidabile. L'anno seguente, sollecitato dallo stesso re, si recò a Roma per ottenere la nomina. Ben presto egli si distinse per cultura e altissima intelligenza. Venne consacrato vescovo nel 1607, con la dispensa del papa per la sua giovane età; nel 1608 prese possesso della sua diocesi. Ministro di Francia…

Gli elementi radioattivi. Chimica.

Immagine
Gli elementi radioattivi. Chimica.L'URANIO assomiglia un poco a quei personaggi sconosciuti che, improvvisamente, un avvenimento straordinario rende popolarissimi ovunque. Il fatto che ha dato notorietà all'uranio è stata la tremenda esplosione della bomba atomica lanciata nell'agosto del 1945 in Giappone. Quella bomba atomica conteneva appunto, come materiale esplosivo, l'uranio. La scoperta dell'uranio però è molto più antica e risale al 1787, anno in cui il chimico M. H. Klaproth scoprì in un minerale della Boemia, chiamato pechblenda, il nuovo elemento; gli diede il nome di << uranio >> per ricordare il pianeta Urano che gli astronomi avevano scoperto proprio in quell'epoca. Per anni e anni l'uranio servì soltanto ai vetrai e ceramisti, che lo usavano per rendere belli e brillanti i colori dei loro prodotti, e poi ebbe alcune applicazioni in fotografia e in medicina. Cominciò ad assumere importanza quando venne scoperto che la pechblen…

OS/Linux - Fedora.

Immagine
OS/Linux - Fedora. Scriviamo due righe sul sistema operativo preferito da Linus in persona, ammetto che al primo impatto può sembrare difficile perfino l'installazione del sistema, ma vi assicuro che ne vale veramente la pena di provarlo: è fantastico, per gli amanti di Linux; è un sistema operativo stabile, ci possiamo divertire a usarlo per diletto o lavoro, raramente troverete dei difetti, richiede solo un po di pratica per l'uso.

Fedora (in precedenza Fedora Core) è una distribuzione GNU/Linux curata dal Progetto Fedora, un progetto Open Source sponsorizzato (ma non direttamente supportato) da Red Hat e supportato dalla community.
L'obiettivo è quello di lavorare con la community di GNU/Linux per creare un sistema operativo completo, utilizzando esclusivamente software liberi e forum pubblici con processi aperti. Questo porta a un continuo aggiornamento delle distribuzioni, aggiornamento che è diventato molto semplice, anche da una distribuzione all'altra.
La stori…

Joli OS - Ubuntu.

Immagine
Joli OS
Sempre da Linux, un altro sistema operativo derivato da Ubuntu, inutile dire veloce, sicuro e adatto a macchine non potenti, ma vediamolo nella sua semplicità:

Joli OS è un sistema operativo su kernel Linux di tipo Ubuntu creato dalla Jolicloud. È stato chiamato “Jolicloud” fino alla versione 1.2, quando i produttori hanno deciso di ribattezzarlo “Joli OS”. Il nome “Jolicloud” deriva dal fatto che è un sistema operativo con un'interfaccia utente in grado di lanciare applicazioni cloud computing.Joli OS è noto per la sua leggerezza su netbook e computer datati.


www.jolicloud.com


Presentiamo l'Orso Bianco.

Immagine
L'Orso Bianco. Zoologia. Presentiamo l'Orso Bianco. L'orso bianco (Thalassarctos maritimus) è, dopo il confratello Kodiak, che vive nell'Alaska, il più grande carnivoro vivente. Infatti può arrivare alla lunghezza di 2,70 m, a un'altezza di quasi un metro e quaranta, e ad un peso di otto quintali. Se pensiamo che la tigre raggiunge raramente i 300 kg e il leone i 250 kg, possiamo ben renderci conto della mole enorme di questo bestione! A parte il peso, che è da primatista, l'orso bianco si differenzia in molte cose dagli altri componenti della famiglia: innanzi tutto, naturalmente, per il colore, che è candidissimo nell'orso giovane e tende al giallognolo nell'adulto. Poi nella forma del muso, che è piuttosto tozzo, mentre negli altri orsi è appuntito come quello di un cane lupo. Infine, il collo dell'orso bianco è più lungo, mentre le zampe sono più corte degli altri orsi. Dove vive. L'orso bianco vive praticamente i…

L'igiene dell'abbigliamento. Curiosità.

Immagine
L'igiene dell'abbigliamento. Curiosità.ALCUNI ANNI FA una comitiva di turisti si smarrì nel Sahara; oppressi dal terribile calore, quegli uomini man mano che il tempo passava, si spogliarono di tutti i loro indumenti, finché rimasero seminudi sotto il terribile sole del deserto. Quando, qualche giorno dopo, essi furono ritrovati dalle spedizioni di soccorso, erano ancora vivi, ma ridotti in gravissime condizioni non tanto dalla sete quanto dalle ustioni prodotte sulla loro pelle nuda dall'azione diretta dei raggi solari. Sarebbe bastato che avessero conservato indosso un solo indumento di lana per attenuare quei dolorosi effetti. Infatti, per convincersene, basta pensare al beduino che se ne sta imperterrito sotto il sole ben protetto dal suo ampio << barracano >> di grossa lana. L'episodio che abbiamo narrato dimostra, innanzitutto, che la necessità di alleggerire il proprio vestiario non procede di pari passo, indefinitamente, con il crescere della t…

Le piante medicinali.

Immagine
Le piante medicinali. Ancora pochi decenni fa, la maggior parte dei medicamenti, consisteva in tisane, infusi, decotti di piante erbacee o parti di piante. Negli scaffali delle farmacie si trovano allineati candidi vasi e boccali che racchiudevano foglie, fiori, estratti e distillati ricavati da un'infinita varietà di piante. Era lo stesso farmacista che, seguendo l'indicazione del medico, fabbricava il medicamento mescolando precise dosi di questa e di quell'erba, di questo e quell'estratto. A poco a poco apparvero le prime << specialità >> cioè medicine fabbricate chimicamente in laboratorio; infine, nelle farmacie, i vasi vennero sostituiti da una valanga di scatole contenenti pillole, polveri, liquidi già preparati per l'uso dalle industrie farmaceutiche. È forse scomparso l'uso di servirsi dei vegetali per curare i nostri malanni? Praticamente no; molte medicine << in scatola >> sono fabbricate utilizzand…

Dante. Storia.

Immagine
Dante. Storia. Poeta- Soldato. È l'11 giugno 1289 a Campaldino: a pochi chilometri da Arezzo ha inizio la battaglia tra le truppe di Arezzo e quelle di Firenze in guerra per questioni di traffici commerciali. Tra i volontari a cavallo, che i fiorentini hanno schierato in prima linea, v'è un giovane di 24 anni: Dante Alighieri. Egli avrebbe potuto rimanere a casa tranquillo per continuare i suoi studi: vuole invece dimostrare che per la grandezza di Firenze è anche pronto a sacrificare la vita. Gli aretini vengono sconfitti e Firenze può riprendere i suoi grandi commerci. Intanto Dante si è messo in vista: per tutti i fiorentini egli è ormai il poeta-soldato; ed eccolo iniziare la carriera politica. Il 14 dicembre del 1295 è tra i << Savi >>, cioè nel gruppo di quei cittadini che devono eleggere i Priori. Sei mesi dopo fa già parte del << Consiglio dei Cento __, ossia di quell'assemblea che deve decidere sulle spese e sugli affari p…

Il mutuo.

Immagine
Il mutuo.
Oggi parleremo del mutuo, visto la crisi che ci opprime, è doveroso rispiegare ancora una volta di cosa si tratta, sempre prestando la massima attenzione sull'istituto erogante dove intenderemo farne richiesta.

Il mutuo è un contratto mediante il quale una parte, detta mutuante, consegna all'altra, detta mutuataria, una somma di denaro o una quantità di beni fungibili, che l'altra si obbliga a restituire successivamente con altrettante cose della stessa specie e qualità.
Si tratta di un contratto reale e può essere sia a titolo gratuito sia a titolo oneroso (detto anche mutuo feneratizio), che si perfeziona con la consegna al mutuatario. È inoltre un contratto tipico la cui nozione è accolta nel ordinamento giuridico italiano dall'art. 1813 del Codice Civile. La fattispecie regolata dall'art. 1813 è esclusivamente quella del mutuo gratuito, da non confondersi con i mutui finanziari, che possono validamente concludersi con il mero consenso.
Una tra le figu…

Algebra di Boole la sua storia.

Immagine
Algebra di Boole la sua storia. Oggi facciamo un riassunto della materia che a tanti studenti rimane piuttosto antipatica: l'algebra, parleremo di Boole, tracciando un po di storia.


In matematica, informatica ed elettronica, l'algebra di Boole, anche detta algebra booleana o reticolo booleano, è un'algebra astratta che opera essenzialmente con i soli valori di verità 0 e 1. In una formulazione più generale, l'algebra booleana si fonda su un insieme K che non comprende solo i valori 0 e 1; tuttavia questa struttura algebrica nasce per elaborare matematicamente espressioni nell'ambito della logica proposizionale
Matematicamente si dice algebra di Boole un qualunque reticolo dotato di proprietà, quali la distributività, l'esistenza di minimo e massimo e l'esistenza del complemento: l'algebra booleana risulta criptomorfa, cioè associata biunivocamente e in modo da risultare logicamente equivalente, a un insieme parzialmente ordinato reticolato. D'altra…

Le tempeste. Meteorologia.

Immagine
Le tempeste. Meteorologia.DOBBIAMO tenere presente che l'atmosfera terrestre è sempre in movimento con i venti. Questi inoltre sono soggetti alla rotazione terrestre: per effetto di questa rotazione, i venti che soffiano dai Poli verso l'Equatore sono deviati verso occidente. Si formano così come degli immensi vortici di masse d'aria in movimento fra l'Equatore e i Poli. Là dove si incontrano masse d'aria calda tropicali e masse d'aria fredda polari, poiché generalmente le due masse d'aria non si mescolano, avviene la formazione di una frontiera o fronte (perturbazione). Là si hanno sempre delle condizioni atmosferiche perturbate (cattivo tempo). Le tempeste. Tutte le masse d'aria che si muovono sulla superficie della Terra sono chiamate genericamente << venti >> e vengono suddivise, secondo le loro caratteristiche di regolarità o meno, in venti costanti, venti periodici e venti irregolari. In questo articolo ci occuperemo di alcuni tra…

Il Vesuvio. Vulcanologia.

Immagine
Il Vesuvio. Vulcanologia. È famoso in tutto il mondo. Chi di voi non ha mai visto una illustrazione del Vesuvio: il panorama del Golfo di Napoli visto un poco dall'alto, con la mole scura del Vesuvio sullo sfondo, è uno dei più famosi del mondo. Il Vesuvio ha contribuito a renderlo celebre con la sua caratteristica forma, facendo inoltre da sfondo a uno scenario di stupenda bellezza e così la sua immagine, in milioni di esemplari, arriva in ogni angolo della Terra. Il famoso vulcano si trova ora circa 11 chilometri a sud-est di Napoli e il suo cratere centrale è posto a 6 chilometri e mezzo dalla costa tirrenica. In tempi antichissimi il Vesuvio emerse dal mare e ancor oggi i suoi pendii occidentali sono in parte coperti dalle acque marine. Un vulcano dentro l'altro. Fra tutti i vulcani del mondo, nonostante sia uno dei più piccoli, il Vesuvio è il più celebre e uno dei più studiati fin dall'antichità. Osserviamo il profilo del Vesuvio: esso…

Il Calcio. Chimica.

Immagine
Il Calcio. Chimica.IL CALCIO è un metallo bianco, tenero. Non esiste libero in natura, ma è abbondante nei suoi composti. È questo il principale metallo che costituisce lo scheletro dei vertebrati, il rivestimento esterno di molti invertebrati è il guscio delle uova. Il suo numero atomico è 20, ciò significa che nel nucleo dell'atomo di calcio ci sono 20 protoni, cioè 20 cariche positive. Il Calcio nella crosta terrestre. La parte della crosta terrestre che noi conosciamo è formata da molti elementi chimici. Il calcio forma il 3,5% della crosta terrestre, ciò significa che ogni 100 chili di materiale, 3 chili e mezzo sono di calcio, che si trova soprattutto nel carbonato di calcio (CaCo3), chiamato anche calcite o aragonite. La calcite può formare anche intere rocce, dette calcari; i bellissimi marmi delle Alpi Apuane, in Toscana, sono calcari. Un calcare è anche il travertino, la famosa pietra da costruzione molto usata dagli antichi Romani. Il Calcio nel mare.Anche nell…

Benvenuto Cellini. Storia.

Immagine
Benvenuto Cellini. Storia. I primi anni e le prime risse. Erano i primi anni del Cinquecento, il secolo del Secondo Rinascimento, e il Cellini non aveva ancora dieci anni, poiché era nato il 2 novembre 1500. Era figlio di un bravo artigiano, muratore, disegnatore e costruttore di strumenti musicali a tempo perso. Benvenuto Cellini rimase poco tempo dal Bandinelli; poi, a quindici anni, si mise a bottega dall'orafo Antonio di Sandro, soprannominato Marcone. Là, dice lui stesso nella sua << Vita >>, << in pochi mesi io raggiunsi di quei buoni, anzi i migliori giovani dell'arte, e cominciai a trarre frutto dalle mie fatiche >>. Nello stesso tempo, però, in cui si andavano affinando le sue grandi capacità, si veniva manifestando il suo carattere rissoso, impulsivo, prepotente, seppur generoso e in fondo non cattivo. Già a sedici anni Benvenuto si trovò a partecipare a una grave rissa e per questo fu confinato per sei mesi fuori città. Seguir…