La Groenlandia. Geografia.

La Groenlandia. Geografia.

985 DOPO CRISTO: i 500 coloni, a bordo di 24 navi, approdano
sulle coste occidentali della Groenlandia. Sono Vichinghi, provenienti
dalla Penisola Scandinava: li guida Eric il Rosso, l'audace navigatore che,
pochi anni prima, ha scoperto questa immensa distesa di ghiaccio.
Essi sono i primi coloni europei a porre piede su questa terra così inospitale.
Durante i secoli altri audaci coloni si sono avventurati nell'isola: nessuno di
questi coloni ha però osato inoltrarsi nell'interno. Tutti hanno costruito i
loro villaggi di pescatori lungo la costa occidentale, l'unica accessibile
all'approdo delle navi. Se oggi abbiamo notizie abbastanza precise sulla
struttura fisica di quasi tutta la Groenlandia, lo dobbiamo ad alcuni esploratori
che si inoltrarono coraggiosamente nell'interno dell'isola. I primi a esplorare
scientificamente l'interno della Groenlandia furono il norvegese Fridtiof Nansen
(1861-1930) e l'americano Roberto Peary (1856-1920).

Un nome poco adatto.

Questa vastissima isola, ricoperta per quasi tutta la sua superficie dai ghiacci, non
poteva avere un nome meno adatto. Esso indica esattamente l'opposto di quello che
è l'aspetto reale dell'isola. Groenlandia significa nientemeno che << Terra verde >>
( << groen >>, verde e << land >>, terra). Sembra che tale nome le sia stato dato da
Eric il Rosso, per attirare verso l'isola un gran numero di coloni: senza dubbio un'ingegnosa
trovata pubblicitaria. Eppure bisogna dire che un tale nome non era allora del tutto
ingiustificato. Infatti, verso il mille, quando la Groenlandia venne scoperta, i ghiacciai
della Terra erano molto più ridotti di quanto non lo siano oggi.
È naturale quindi che le coste meridionali dell'isola, bagnate dalla calda Corrente del
Golfo, dovessero presentarsi ricoperte di verdi pascoli.

Ghiaccio al posto della Terra.

Circa l'85% della Groenlandia è coperto dall' << INLANDSIS >> : una immensa
calotta di ghiaccio, il cui spessore sembra che superi in qualche punto i 2 000 metri!
Il terreno, sotto la coltre di ghiaccio, è quasi completamente montuoso.
Da questa gigantesca coltre ghiacciata emergono poche cime montuose, alcune delle
quali superano i 3 000 metri d'altitudine (il monte Forel, che si trova oltre il Circolo
Polare, si innalza per 3 385 metri). La superficie dell' Inlandsis non è continua: essa
è interrotta da solchi profondi nei quali durante l'estate scorrono corsi d'acqua impetuosi.

Dall'Inlandsis discendono numerosi ghiacciai, le cui fronti giungono fino al mare.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.