La terza malattia dell'infanzia. Medicina.


La terza malattia dell'infanzia. Medicina.

La rosolia.

La rosolia è una malattia infettiva e contagiosa che assomiglia molto al
morbillo, ma è provocata da un diverso germe patogeno. Anche la rosolia
come il morbillo colpisce soprattutto i bambini fra i due e i dieci anni.

Qual'è la causa.

Non si conosce con assoluta certezza quale sia il germe della rosolia, ma
con tutta probabilità è un virus.

Come si trasmette.

La rosolia è assai meno contagiosa del morbillo, ma quando il bambino si
ammala è pur sempre per contagio, il virus penetra attraverso la cavità orale.

Come si manifesta.

Il periodo di incubazione della rosolia è di due-tre settimane. Negli ultimi
giorni appaiono lievissimi sintomi, come febbri lievi, congiuntivite e catarro
assai moderati. Non vi sono le macchie di Koplik; anzi, molte madri si
accorgono della malattia soltanto con la comparsa dell'esantema, che è formato
da piccole macchie rosee che compaiono innanzi tutto dietro i padiglioni delle
orecchie, e che si stendono poi a quasi tutto il corpo. Non c'è febbre oppure è
bassa e oltrepassa raramente i 38 gradi. Dopo due-tre giorni l'eruzione scompare.

Come si cura.

È necessario naturalmente isolare il malato; il bambino rimarrà a letto fino alla
scomparsa della febbre e dell'esantema e avrà una nutrizione regolare ma leggera.
Salvo una diversa prescrizione del medico, non è necessario l'uso di medicamenti

È pericolosa?

La rosolia è la più benigna fra le malattie esantematiche; il decorso è leggero, l'esito

favorevole nella maggioranza dei casi perché le complicazioni sono rare.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.