La Tigre. Zoologia.





La Tigre. Zoologia.

Tre << categorie >> di tigri.

Ma non tutte le tigri meritano questa dura condanna; e i cacciatori specializzati
sono i primi ad affermarlo. Gli Indiani infatti usano dividere le tigri in tre
categorie: <<tigri cacciatrici di selvaggina >>, << tigri predatrici di bestiame
domestico >> e << tigri antropofaghe >>. Le prime sono le più numerose e anche
le più agili e veloci. Vivono lontane dagli abitati, nelle foreste e fra le alte erbe,
facendo strage di cinghiali, cervi e altra selvaggina. Poiché questi erbivori, quando
sono troppo numerosi, devastano i raccolti, le tigri distruggendoli si classificano
addirittura,paradossalmente, fra gli animali utili all'agricoltura. Le << predatrici di
bestiame domestico >> sono tigri vecchie e un po' grasse, che avendo perso la velocità
e la potenza dello scatto non se la sentono più di cacciare la selvaggina. Si stabiliscono
allora nei dintorni di qualche villaggio e gli abitanti non sono troppo malcontenti di
lasciare che si portino via un bovino ogni quattro o cinque giorni. Bisogna infatti
tener conto che in India i bovini, per motivi religiosi, non possono venire uccisi e
perciò sono sovrabbondanti; l'eliminazione di qualcuno di essi è quindi un'utile operazione
di economia e di igiene. Se però la tigre tenta di rapire anche qualche animale da latte
oppure da lavoro, i contadini non eistano ad aggredire la belva anche con dei semplici
bastoni. Le << tigri antropofaghe >> sono invece quelle che, per una qualsiasi occasione,
hanno provato una volta ad aggredire un uomo. Allora si sono accorte che questa è la
preda più facile da catturare; imparano anche a distinguere gli uomini armati da quelli
disarmati e fuggono i primi accontentandosi di aggredire i secondi. Tuttavia queste
tigri sono sempre state rare.

La regina della giungla.

La tigre (Panthera tigris), che è il più grosso dei felini, è la vera regina della giungla,
ma vive anche sulle fredde montagne del Caucaso, nelle gelide terre della Siberia
e nelle lussureggianti foreste tropicali del continente asiatico.
Le dimensioni della tigre sono diverse, a seconda che si tratti di femmine (più piccole)
o di maschi: la tigre più grossa è la << tigre siberiana >>, il cui peso è di circa 250
chilogrammi, mentre le più piccole sono le tigri delle Indie orientali, della Cina, della
Thailandia. La pelliccia della tigre, di un colore rosso oro e con striature nere ben
distinte, è di una superba bellezza. Questo felino ha un'andatura fluida; la sua eleganza
di movimenti non lascia immaginare con quale fulmineità e potenza esso può aggredire
anche gli animali più grossi. Le tigri vivono isolate: spesso la loro tana è data solo
da un semplice cespuglio di giunchi sulle rive di un fiume, o da una folta macchia di
erbe alte. Le tigri diventano adulte a cinque anni e vivono in media una trentina di anni.
Sono estremamente coraggiose e all'occasione non temono di attaccare anche un grosso
elefante, ingaggiando con esso una lotta mortale. Le tigri sono in grado di emettere suoni
di diverso tipo: un breve latrato, una specie di tosse, un sibilo, e infine, quando sta per

attaccare un altro animale, una serie di ruggiti particolarmente spaventosi.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

I Merovingi, Carolingi, Capetingi. Storia.