La basilica di San Pietro, Italia. Storia.

La basilica di San Pietro, Italia. Storia.

La facciata.

Immaginiamo ora di visitare questa stupenda basilica. Prima di entrare,
soffermiamoci un momento ad osservare l'imponente aspetto esterno.
Essa si eleva sullo sfondo di una vastissima piazza, racchiusa dal maestoso
colonnato (aggiunto tra il 1657 e il 1664) che è opera di Gian Lorenzo Bernini.
La facciata (larga circa 115 metri e alta oltre 45) è preceduta da una grandiosa
scalinata a tre ripiani, fiancheggiata alla base dalle statue di San Pietro e di
San Paolo. Otto colonne e quattro grandi pilastri interrompono la parte inferiore
della facciata, nella quale, al di sopra delle porte d'ingresso, si aprono nove
finestroni (o logge). Alla sommità della facciata corre una balconata, su cui si
trovano 13 grandi statue (alte circa 6 metri), che rappresentano Gesù Cristo,
Giovanni Battista e tutti gli Apostoli, tranne San Pietro. I cinque ingressi che si
aprono nella facciata danno accesso al vastissimo portico, che precede l'interno
vero e proprio della Basilica. Delle 5 porte che si aprono sul portico e che immettono
nella Basilica, la prima a destra è la << Porta Santa >>, così chiamata perché viene
aperta soltanto in occasione dell'Anno Santo, ossia ogni 25 anni.

L'altare maggiore.

Ed ora entriamo nella grandiosa Basilica. Il monumento che per prima attira
l'attenzione del visitatore è l'imponente altare maggiore, che sorge isolato, esattamente
sotto la gigantesca cupola. Questo altare (al quale celebra la S. Messa soltanto il papa)
è sormontato da un baldacchino in bronzo, sorretto da quattro grosse colonne << a tortiglione >>.
Il baldacchino (alto dal suolo 35 metri) è in stile barocco ed è opera del Bernini.
Ai piedi dell'altare, una scalinata di marmo conduce a un lòculo sotterraneo in cui si trova
la tomba di San Pietro, illuminata costantemente da 95 lampade.

La cupola.

Proprio sopra l'altare maggiore si apre la gigantesca cupola, opera del sommo Michelangelo.
Per avere un'idea delle sue proporzioni si pensi all'altezza di un grattacielo di quasi 40 piani.
Sedici grandi finestre precedono la calotta della cupola, che è suddivisa da sedici << costoloni >>.
Su di essa sono raffigurati in mosaico alcuni dei papi e dei vescovi che sono sepolti nella
Basilica. Alla sommità della cupola vi è l'immagine di Dio-Padre, anche essa in mosaico.
Tutt'intorno alla base della cupola sono riportate in latino le parole che Gesù rivolse a
San Pietro: << Tu es Petrus et super hanc petram aedificabo ecclesiam meam et tibi dabo
claves Regni Coelorum >> (Tu sei Pietro e sopra questa pietra edificherò la mia Chiesa e
a te darò le chiavi del Regno dei Cieli).
In parte con l'ascensore e in parte per mezzo di ripide scale, è possibile salire fino alla
sommità della cupola. Essa è sormontata da una sfera metallica di 2 metri e mezzo di
diametro. Questa sfera può ospitare fino a 16 persone. È facile immaginare quale stupendo
panorama si possa godere da quell'altezza: tutta Roma si offre alla vista di chi si reca

fin lassù.

Post popolari in questo blog

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.