L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.




L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Certamente tutti sappiamo che lo scheletro costituisce “l'impalcatura” del nostro corpo, cioè ci permette di stare ritti, di muoverci ecc. Pochi però sanno che cosa bisogna fare per mantenere sana ed efficiente questa parte importante del corpo. Ebbene, in questo articolo parleremo delle cure e delle attenzioni che bisogna riservare allo scheletro.

Bisogna iniziare fin dall'infanzia.

La formazione dello scheletro, innanzitutto, va curata fin dai primi anni o meglio dai primi mesi di vita. Questo è infatti il periodo più importante, quando vengono messe le basi della nostra “impalcatura” e di conseguenza un errore può lasciare il segno per sempre. Per prevenire ogni complicazione è indispensabile prima di tutto curare l'alimentazione, in modo che contenga in dosi sufficienti le sostanze (calcio, fosforo e vitamina D) indispensabili alla “costruzione” e all'accrescimento delle ossa. I cibi più adatti sono: uova, latte, formaggi e verdure (spinaci, carote, sedano ecc.), molto ricchi degli indispensabili principi nutritivi. La mancanza di queste sostanze può provocare il rachitismo, con tutte le sue gravi conseguenze. Nel nostro corpo poi, e in particolare nella pelle, è già presente in forma inattiva la vitamina D. Per renderla attiva è necessaria l'azione dei raggi ultravioletti del sole. Ecco perché la cura elioterapica, ossia l'esposizione ai raggi del sole, è un ottimo aiuto per una perfetta formazione dello scheletro.

Le posizioni sbagliate.

Tutti i benefici dell'alimentazione e dei raggi solari possono però venire annullati se, durante l'infanzia e il periodo scolastico, quando ancora lo scheletro non ha assunto la consistenza e le forme definitive, si assumono per lungo tempo delle posizioni sbagliate. Queste, infatti a lungo andare provocano delle deformazioni fisse delle ossa. Quante volte vi siete sentiti consigliare di non stare curvi sul banco o sul tavolo, oppure di non appoggiarvi sempre sullo stesso fianco? Ebbene, sono proprio queste le posizioni più pericolose, causa delle gravi malformazioni come il dorso curvo e la scoliosi (deformazione della colonna vertebrale). Quest'ultima è chiamata anche
“scoliosi scolastica”, proprio perché spesso è dovuta a posizioni errate assunte sui banchi di scuola.

Alcuni consigli utili.

Il nostro scheletro ha dunque bisogno di molte attenzioni, anche se sembra la parte più forte e resistente del corpo. Ricordiamo che colpi, urti e cadute possono provocare lesioni o addirittura fratture più o meno gravi delle ossa, che si possono curare solo con l'ingessatura o con una lunga immobilità delle parti colpite. Inoltre, il freddo, le correnti d'aria e l'umidità sono spesso causa dell'artrite, una malattia delle articolazioni che rende dolorosi e difficili i movimenti e può anche provocare, nelle forme più gravi, vere e proprie deformazioni delle ossa.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

I Merovingi, Carolingi, Capetingi. Storia.