Analisi sulle Profezie.

Mauro Goretti

Analisi sulle Profezie.
Sono irrazionali, a volte lugubri, altre volte possono essere considerate facili forme come di speranza. Eppure per molto tempo le profezie sono state considerate una cosa molto seria. Non erano infatti, solo materia sacerdotale ma anche un vero affare di Stato: senza di esse religioni come quella Ebraica, quella Cristiana e quella Islamica non avrebbero mai potuto diffondersi e avere successo tra i popoli. E forse, generali, imperatori e re non le avessero tenute così tanto in considerazione, la storia dell'uomo, sopratutto quella antica, non si sarebbe svolta allo stesso modo. I profeti d'Israele, per citare un esempio, che avevano la funzione di divulgare al popolo ebraico i messaggi ricevuti da Jahvé, diedero la spinta ideologica e la fiducia necessaria affinché il popolo si mantenesse unito quando era in esilio a Babilonia o già a diaspora, grazie alla prospettiva del ritorno nella Terra promessa e alla fedeltà non a un re terreno che non avevano più, ma al re dei “cieli”. Nella Bibbia il primo ad profetizzare la Terra promessa fu Abramo. E in più si può ritenere che il moderno Stato di Israele si trovi proprio lì, nella “polveriera” del Medio Oriente, a causa della Profezia della Terra promessa. Non a caso il popolo di Israele è riuscito a sopravvivere a tutte le catastrofi della storia: i profeti hanno aiutato il popolo ad avere speranza nel futuro.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.