Sviluppo delle applicazioni Java.


Sviluppo di applicazioni Java.

Il problema delle perfomance è probabilmente il
tallone di Achille dei programmi scritti in Java:
l'utilizzo di codice bytecode interpretato, unitamente
alla presenza di un software interpretato, fa si che
un'applicazione Java mediamente sia meno efficiente
di una scritta in codice nativo.
Questa osservazione è meno vera nel caso di applicazioni
distribuite o fortemente orientate all'uso della rete.
La semplicità con cui Java permette di costruire applicazioni
net-oriented basate su architetture distribuite o multi-layer,
consente di sfruttare a pieno i vantaggi di questi modelli
di computazione e di ridurre l'importanza delle velocità
assoluta. Spesso le applicazioni Java, benché lente in
senso assoluto, riescono ad essere ugualmente performanti
se non migliori ad esempio di altre scritte in C/C++
utilizzando filosofie di progettazione tradizionali.
Inoltre, grazie alla compilazione al volo (JIT compiling)
o alla possibilità di utilizzare ottimizzazioni dinamiche
(come nel caso di HotSpot), le nuove virtual machine
hanno ridotto notevolmente il gap fra Java ed altri linguaggi.
Le considerazioni sulla velocità di un programma perdono
la loro importanza tenendo presente quelli che sono gli
obbiettivi principali di Java, e cioè portabilità, sicurezza,
robustezza.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.