Leopoldo erede della Toscana.


Loepoldo,erede della Toscana

Ancora una volta però le condizioni della Toscana ebbero a
risentire di un mutamento determinatosi al di fuori di essa,
anche se,in ultima analisi,a suo favore. Il regime imperiale,
nelle mani di Francesco Stefano fin dal 1745,prevedeva la
continuazione del suo dominio attraverso la duplice eredità
destinata al primogenito granduca Giuseppe e al secondogenito
Loepoldo:al primo l'eredità dell'Impero,al secondo la signoria
della Toscana. E così in effetti avvenne,alla morte,nel 1765,
di Francesco imperatore. Mentre il principe Giuseppe saliva
sul trono imperiale,l'arciduca Pietro Leopoldo assumeva il
reggimento della Toscana.
In realtà,stando alla "dichiarazione" del luglio 1763,essendo
ancora in vita Francesco,il primogenito Giuseppe era soltanto
l'erede al trono,e il secondogenito Pietro Leopoldo era
investito dell'ufficio di governatore generale della Toscana,
in luogo del padre. Ma la scomparsa di Francesco,appena
due anni dopo,mise in moto il meccanismo previsto dalle
successioni già indicate. Così il principe Pietro Loepoldo,
appena ventenne (e sposo recente dell'infanta Maria Luisa,
figlia di Carlo III re di Spagna),si trovò ad essere inserito
nella dignità sovrana. Era,per l'esattezza,il 18 agosto
del 1765.
 

Post popolari in questo blog

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Come cambiare nome utente. Ubuntu.