Browser “moderni” e standard web.


Browser “moderni” e standard web.

Le espressioni browser “moderni” o “conforme agli standard”
stanno a indicare le applicazioni per la navigazione in Internet
che sono in grado di riconoscere e supportare le istruzioni
HTML e XHTML, CSS (Cascading Style Sheet), ECMAScript
(chiamate anche “JavaScript standard”) e W3C DOM (Document
Object Model). La loro combinazione definisce degli standard
che permettono di superare il semplice markup di presentazione
e i linguaggi di scripting incompatibili tra loro, allo scopo di
evitare l'obsolescenza endemica che queste soluzioni implicano.
Tra i browser conformi agli standard si devono includere l'Open
Source Firefox 3.5+, Microsoft Internet Explorer 7,8 e versioni
successive per Windows, Apple Safari 3.0/4.0+ per Macintosh
OS X, Google Chrome e Opera Software Opera 9 o 10+.
Questo elenco non include tutti i browser conformi agli standard;
qualsiasi tentativo di riportare un elenco esaustivo è destinato a
rendere obsoleto questo stesso articolo. Va inoltre ricordato che
l'espressione 2conforme agli standard” non significa perfettamente
conforme agli standard. L'impossibilità di indicare un browser che
soddisfi al 100% la conformità agli standard non implica l'evitare
a priori l'adozione degli standard web. Ci sono milioni di utenti
che utilizzano Internet Explorer 6 per Windows, un browser per il
quale il supporto degli standard è decisamente inferiore a quello
che si può riscontrare in IE7+, Firefox, Opera e Safari; questo
comporta forse che se gli utenti di un determinato sito utilizzano
IE6 conviene l'adozione degli standard web? Significa forse che
si debba costringere gli utenti IE6 a effettuare un upgrade per
evitare di perderli definitivamente? La risposta a queste domande
è ovviamente negativa. Progettazione e sviluppo web orientati
agli standard non significano che la progettazione debba riguardare
solo i browser più recenti. Analogamente, l'utilizzo di istruzioni
XHTML e CSS non deve obbligare gli utenti di browser meno
recenti ad abbandonare la loro applicazione preferita per la
navigazione in Internet. È probabile che un sito realizzato
adottando gli standard web abbia in IE6 un aspetto completamente
diverso da quello che viene visualizzato utilizzando browser più
recenti. In effetti, a seconda del metodo di progettazione utilizzato,
può essere proprio diverso, ma questo può essere un elemento
positivo. A dire il vero, alcuni progettisti ritengono opportuno
raccomandare la realizzazione di stili che in IE6 migliorano la
leggibilità delle pagine senza tentare di emulare l'aspetto che
lo stesso sito assume quando è visualizzato con i browser moderni;
per saperne di più su queste ecniche di progettazione si può consultare
l'articolo “Universal Internet Explorer 6 CSS” di Andy Clarke


Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.