Il convertitore video universale.


Il convertitore video universale.

Fino a qualche tempo fa, i filmati distribuiti come
file erano semplici da aprire e visualizzare. Il formato
contenitore più diffuso, l'AVI, copriva la maggior
parte delle possibilità ed era sufficiente dotarsi di
un riproduttore software o hardware che supportasse
tale formato. Attualmente, la necessità di gestire in
modo efficiente le alte risoluzioni dei filmati Full HD
e il proliferare di dispositivi portatili per la fruizione
di contenuti multimediali hanno portato alla ribalta
altri formati contenitore, come Matroska
il primo viene spesso utilizzato per la distribuzione di
filmati Full HD, mentre il secondo è il formato più
diffuso per guardare i video sull'Apple iPhone, ad
esempio, ma anche su molti altri smartphone che lo
supportano. Per usufruire nel migliore dei modi di
queste nuove opportunità, abbiamo scovato per voi
HandBrake. Si tratta di un'applicazione grafica per
GNU/Linux che permette di convertire facilmente
file video nei formati Matroska e MP4, appunto.
Supporta in gran numero di formati video in entrata,
in modo tale da poter essere ragionevolmente certi
che il file video da convertire venga correttamente
aperto, ha un'interfaccia facile da usare ed è un
programma dotato di un gran numero di opzioni e
funzionalità accessorie, compresa la completa gestione
dei sottotitoli nei file video. In questo articolo vedremo
come installare e usare al meglio le funzionalità
principali HanBrake.: in pratica, convertiremo un
file AVI in formato MP4, scegliendo le impostazioni
più adatte per la visualizzazione sul display di un
iPhone, quindi ci occuperemo delle più importanti
opzioni messe a disposizione dall'interfaccia del
programma. Come distribuzione di riferimento
adotteremo Ubuntu 11.04 Natty Narwal: negli
archivi di pacchetti ufficiali (chiamati repository)
della distribuzione non è presente HandBrake,
quindi, andremo prima ad installare l'applicazione
di un repository esterno. L'operazione in realtà è
molto semplice e viene spiegato come procedere,
passo per passo, nel tutorial presente in questo articolo.

Installazione del programma HandBrake.

Passo uno .
Nuovo repository.
Apriamo una finestra di terminale: entriamo
nel menu Applicazioni nel pannello in alto
del desktop e, quindi, clicchiamo su
Accessori/Terminale. Nel terminale eseguiamo
il comando che aggiunge il repository contenente
HandBrake a quelli attivi nel sistema:
sudo add-apt-repository ppa:stebbins/handbrake-releases.

Passo due.
Elenco pacchetti.
Dopo aver inserito la password del nostro
utente, le informazioni sul repository
aggiuntivo verranno scaricate da Internet.
Assicuriamoci, quindi,di essere connessi
alla rete. Poi eseguiamo nel terminale il
comando sudo apt-get update: verrà così
aggiornato l'elenco dei pacchetti installabili
da tutti i repository attivi.

Passo tre.
Installazione software.
A questo punto, non rimane che installare
il pacchetto di HandBrake. Il programma è
disponibile in due versioni: con interfaccia grafica
(presente nel pacchetto handbrake-gtk) e a linea
di comando (handbrake-cli). Consigliamo di
installare la prima. Nel terminale, eseguiamo
sudo apt-get install handbrake-gtk.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

I Merovingi, Carolingi, Capetingi. Storia.