Usiamo Google Docs.






Usiamo Google Docs.


Avere i documenti sempre a portata di mano.

Come possiamo intuire i programmi per l'ufficio sono molto cambiati negli ultimi anni. Siamo stati abituati a creare documenti con i classici Word, Excel e Power Point, ma come possiamo immaginare l'avvento del “cloud” ha cambiato tutto. Ogni file di testo, fogli di calcolo e le presentazioni non sono più per forza di cose confinati nel disco fisso del nostro computer, ma possono seguirci ovunque andiamo e per farlo non abbiamo bisogno di una chiavetta USB o di un CD: basta usare Google Docs. Il modo più semplice per capire di cosa si tratta è immaginare un insieme di programmi simili al vecchio Office, ma che invece di essere installati nel nostro computer si trovano online. Questo significa che i documenti che noi creiamo saranno disponibili su qualsiasi computer collegato a Internet. Tutto quello che ci serve per usare Google Docs è creare un account gratuito, poi saremo pronti a partire.

1] Per cominciare ad usare Google Docs andiamo alla pagina www.google.com/docs/about . Gustiamoci la panoramica, e, quando siamo pronti facciamo clic su: Vai a documenti Google.

2] Ci verrà richiesto di inserire i riferimenti del nostro account. Se usiamo altri servizi di Google, come http://www.gmail.com/, i dati sono gli stessi. Altrimenti facciamo clic su Crea un account. È facile e veloce.

3] Dopo l'accesso vedremo i documenti già creati. Con un clic sull'icona in alto a sinistra con le righe, rivela gli strumenti disponibili. Il pulsante +, in basso a destra, crea nuovo documento.

4] Il funzionamento dei programmi è simili ai classici Word, Excel e Power Point. Mancano alcuni optional, ma c'è tutto quello che serve per lavorare bene.

5] Possiamo per esempio, manipolare il testo modificando il carattere, le dimensioni e il formato. Tutti i menu sono in bella vista e abbastanza intuitivi da essere usati senza problemi.

6] Abbiamo a disposizione anche funzioni particolari come l'importazione di immagini. Possiamo semplicemente trascinarle nella casella di importazione e posizionarle nel testo.

7] Con Google Docs non è necessario salvare i documenti che creiamo, poiché il salvataggio è automatico. Limitiamoci a dare un nome al documento, così da trovarlo quando ci serve.

8] I documenti salvati su Google Docs possono essere lavorati direttamente online, ma volendo possiamo scaricarli nel formato che ci serve dal menu File scegliendo Scarica come.


La nuvola di Google Drive.

Google Docs è stato studiato per funzionare alla perfezione in combinazione con un altro strumento chiamato Drive. È come un disco fisso che contiene i nostri dati, ma inserendosi nel concetto “cloud” ( o nuvola se preferiamo ) si trova online. Per accedere a Google Drive serve lo stesso account che usiamo per Google Docs, ma anche per la posta di Gmail e tutti gli altri servizi di casa Google. Una volta effettuato l'accesso, che avviene mediante l'icona App nella pagina principale di Google, potremo controllare a colpo d'occhio quali documenti abbiamo creato, sia che si tratti di testi, oppure fogli di calcolo e presentazioni. Possiamo gestirli come vogliamo: possiamo stamparli, vedere le anteprime o condividerli con i nostri amici o colleghi di lavoro.
























Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.