Giulio Cesare aveva un piercing? Storia.





Giulio Cesare aveva un piercing? Storia.

Sì e non era il solo, molti personaggi storici lo portavano. Giulio Cesare lo aveva al capezzolo, come molti centurioni, per simboleggiare forza, virilità e fedeltà all'Impero romano. Era anche emblema di unione e solidarietà fra gli uomini dell'esercito. I gladiatori, per la maggior parte schiavi, erano invece soliti portare piercing sulla testa del pene per fissarlo con una stringa di cuoio ai testicoli durante i combattimenti ed evitare ferite. D'altronde l'usanza è molto antica: anche gli Egizi se ne servivano per sottolineare lo status sociale, come testimonia la mummia della principessa Ahmose-Meryet-Amon, con le orecchie forate.
Ombelico Faraonico.
Alcune fonti sostengono che solo il faraone in persona potesse portare il piercing all'ombelico. Anche nell'età elisabettiana il piercing (su un solo orecchio) era uno status symbol: lo avevano ad esempio William Shakespeare, sir Walter Raleigh e il pirata Francis Drake. Tale pratica era tanto in uso fra i nobili che si narra lo avesse anche (al pene) il principe Alberto (1819-1861), consorte della regina Vittoria.
Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

I Merovingi, Carolingi, Capetingi. Storia.