Come si interpreta il pianto del bebè? Psiche.





Come si interpreta il pianto del bebè? Psiche.

Bisogna osservare gli occhi. Da una ricerca condotta dal professor Mariano Choliz Montagnes, professore di Psicologia all'Università di Valencia che ha analizzato il pianto di 20 bambini tra i 18 e i tre anni, occhi ed espressioni facciali possono essere molto eloquenti. Per esempio, se il piccolo ha gli occhi chiusi esprime un disagio fisico, come la fame o una colica. In particolare, quando il bambino piange per malessere, i muscoli facciali si tendono su fronte, sopracciglia e labbra, la bocca si apre e le guance si sollevano, mentre gli occhi si serrano. Se invece il piccolo li tiene aperti e reclina indietro la testa esprime paura ed il bisogno di essere coccolato o rassicurato.

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.