Transistor organici sottovuoto. Scienza dei materiali.

Aramini Parri Lucia




Transistor organici sottovuoto. Scienza dei materiali.

Spesso è dall'osservazione di ciò che ci circonda che nascono le idee più innovative: Witaly Podzorov, fisico della Rutgers University, nel New Jersey ha messo a punto un'ingegnosa tecnica per la fabbricazione di transistor organici ispirandosi a sacchetti sottovuoto per gli alimenti. I transistor sono dispositivi semi conduttori impiegati nella fabbricazione di circuiti integrati; in genere sono realizzati con sottili strati di silicio e hanno un'elevata rigidezza e fragilità. Quelli di tipo organico, invece, vedono l'impiego come semi conduttori di molecole organiche, il che permette di stamparli su supporti flessibili e versatili come la plastica. Proprio grazie a queste caratteristiche, gli Organic Field Effect Transistor, sono una promessa per lo sviluppo delle tecnologie fotovoltaiche e ottiche, anche se oggi i processi di lavorazione sono ancora molto complessi e costosi. L'idea di Podzorov si basa sulla creazione del vuoto tra la membrana polimerica che si applica sulla membrana organica, così da rendere le operazioni di assemblaggio più precise e esenti da difetti.
Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.