Galassie oscure.

Aramini Parri Lucia



Galassie oscure.

Per spiegare perché il disco della nostra galassia, la Via Lattea, ha una deformazione pronunciata dal bordo esterno, gli astronomi ipotizzano l'esistenza di numerose galassie nane satellite. I conti però non tornano, il numero delle galassie satellite osservato è troppo piccolo. I ricercatori ipotizzano quindi l'esistenza di galassie nane composte quasi solo di materia oscura, oppure che ci sia un problema nel modo in cui pensiamo si formino le galassie. Per chiarire la vicenda, alcuni scienziati vanno a caccia di galassie in tutto l'universo, anche in quello lontano, sfruttando le lenti gravitazionali. Grazie a questa caccia, un gruppo di ricerca internazionale ha annunciato uno studio pubblicato su “Nature”, a prima firma dell'italiana Simona Vegetti del Massachusetts Institute of Technology, di aver scoperto a circa 10 miliardi di anni luce dalla Terra una galassia nana oscura che dista meno di duemila anni luce dalla galassia principale. La nana oscura ha una massa simile alla galassia nana ellittica del Sagittario, una delle satelliti della Via Lattea. Un punto in più per le teorie delle nane oscure satellite.
Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Le conquiste di Carlo Magno.