Se tuo figlio scommette online. Attualità.



Se tuo figlio scommette online. Attualità.

Un minorenne su 5 spreca la sua paghetta puntandola in qualche casinò virtuale. E il 30% dei genitori non lo sa. Sono i dati dell'ultima ricerca condotta dalla Società italiana medici pediatri. “Non è detto che si tratti sempre di dipendenza patologica. Spesso i ragazzi giocano per imitare gli adulti, con l'ingenua speranza di arricchirsi facilmente”. “Ma la facilità con cui oggi si accede all'azzardo (basta uno smartphone) può innescare un circolo vizioso: ci sono ragazzi che dall'applicazione sul telefonino passano ai Gratta e vinci e alle slot, quindi alle scommesse e così via”. Temi anche che tuo figlio possa cadere nella rete?
Come te ne accorgi. A un certo punto, la paghetta non gli basta più e se tu chiedi spiegazioni lui è evasivo e cambia discorso oppure reagisce con rabbia. Ma questo è solo uno dei segnali che devono metterti in allarme. Stare molto tempo da solo al computer, soprattutto la sera tardi, è un'altra spia”. “Così come il fatto di chiamare casa dal telefono degli amici perché lui è sempre senza credito”. Anche i cambi di abitudini vanno monitorati. “Abbiamo notato che la maggior parte dei ragazzi che giocano d'azzardo non fa più quello che prima amavano fare, dalla partita di calcetto ai compiti con i compagni. E se i genitori chiedono il motivo, la risposta è una scusa qualsiasi o uno scatto d'ira”.
Cosa puoi fare. Racconta a tuo figlio che c'è una bella differenza tra l'azzardo e il gioco. “Nelle scuole propongo un esercizio molto efficace: scrivo su un foglio “Azzardo= gioco” e poi chiedo ai ragazzi di abbinare delle parole ai entrambi i termini”. “Al primo associano concetti tristi come pericolo, solitudine e vizio. Al secondo, invece, allegria divertimento e amici. Così alla fine non c'è bisogno di fare lunghi discorsi: la verità appare chiarissima ai loro occhi”. Spiega anche che, d'ora in poi, al posto del denaro sulla carta prepagata, lo riceverà in contanti. “Il credito virtuale non da la percezione di spendere e quindi induce di più in tentazione”.

Le strategie per prevenire. Occhio alle applicazioni che girano sugli smartphone. Alcune, come cavalli slot machine e All-thebingo is in the ocean, si presentano come slot virtuali, che fanno familiarizzare con l'azzardo persino i più piccoli. Infatti sono indicate già a partire dai 4 anni. “Bisogna anche coltivare i “fattori protettivi”, cioè la lettura, il volontariato e le gite a contatto con la natura: abbiamo verificato che chi è abituato a fare queste esperienze non cede all'azzardo”.
Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Le conquiste di Carlo Magno.