Preparazione dei dischetti di avvio per Linux.


Preparazione dei dischetti di avvio per Linux.

I dischetti sono l'opzione più tradizionale ma che può essere trascurata in favore della partenza diretta dal CD-ROM se l'hardware lo consente. È possibile in questo caso preparare solo il secondo dischetto se risulta necessario. Vediamo come preparare i due dischetti, boot . img e supp . img,
necessari ad avviare l'installazione. Nel seguito del testo supporremo di operare sull'unità (disco)
C: del sistema MS-DOS e che il CD-ROM corrisponda all'unità D:. Il comando per spostarsi su
un'unità è dato dal nome dell'unità.

Primo. Il calcolatore deve essere avviato in MS-DOS.

Secondo. Si deve disporre di due dischetti vuoti da 1.44 megabyte formattati in MS-DOS.

Terzo. Sul CD vi è il programma RAWRITE . EXE che serve per questa operazione e i file boot .
img e supp .img.

I comandi da dare al prompt del DOS (C:\>) per creare un'area di lavoro temporanea saranno:

c : \ > MKDIR C : \ LINUXTMP
c : \ > CD C : \ LINUXTMP

Inserire il CD-ROM nel drive e dare i seguenti comandi per copiare: RAWRITE . EXE e boot . Img
nella nuova directory:

c : \ LINUXTMP> COPY D : \ DOSUTILS\ RAWRITE . EXE C : \ LINUXTMP
c : \ LINUXTMP> COPY D : \IMAGES \ BOOT . IMG C : \ LINUXTMP

Inserire un dischetto formattato nel drive del calcolatore e avviare il programma RAWRITE . EXE.
È un programma interattivo, cioè una volta lanciato si preoccupa da solo di chiedere i dati necessari all'operazione di copia.

ESEMPIO
Per creare il bootdisk dal file boot . img appena copiato, la sequenza di domande e risposte sarà:

C : \ linuxtmp> rawrite
Enter source file name : boot .img
Enter destination drive : a :
Insert a formatted diskette into drive A: and press - ENTER - :


Number of sector per track for this disk is 18
Writing image to drive A: . Press ^C to abort .
Track : 79 Head: 1 Sector: 16 Questa riga cambia durante l'esecuzione
Done.

C:\ linuxtmp>

Il disco di partenza è pronto.

Il secondo disco risulta necessario se si intende installare:

Primo: da un CD-ROM collegato attraverso una scheda PCMCIA
Secondo: attraverso una scheda di rete PCMCIA
Terzo: via rete sfruttando una connessione FTP
Quarto: prelevando il software da una partizione di un hard disk
Quinto: via rete attraverso il protocollo SMB (cioè da un disco reso disponibile via rete attraverso le modalità e i protocolli tipici dell'ambiente Microsoft Windows 3.11/95/NT).
Per una normale installazione casalinga l'uso del secondo dischetto è abbastanza improbabile.
Se, invece, il dischetto dovesse risultare necessario ripetere la procedura di creazione partendo dal file supp . img:

C:\LINUXTMP> COPY D: \IMAGES\SUPP . IMG C: \LINUXTMP

Inserire il secondo dischetto libero nel drive del calcolatore e usare il programma rawrite per scrivere il file supp . img appena creato, esattamente come fatto per il file boot . img.
A questo punto i dischetti sono pronti, si può rimuovere la directory temporanea:

C:\linuxtmp> cd C:\
C:\linuxtmp> deltree C:\linuxtmp


Preparazione della destinazione del software
In questa parte mostreremo come predisporre i dischi fissi del calcolatore per ricevere i dati.
In un calcolatore possono essere installati più sistemi operativi; si prenderà in considerazione il caso
senz'altro più che comune, quello in cui si disponga di un personal funzionante sotto sistema operativo DOS/Windows e si intenda aggiungere a questo Linux. Si vedrà che le modalità di installazione non cambieranno di molto nel caso in cui si desideri avere a disposizione solo Linux.
Occorre dividere il disco fisso in una parte destinata a Linux e una destinata all'MS-DOS.
Si tenga presente che utilizzando Linux si può accedere alla parte MS-DOS ma dall'MS-DOS non
si accede alla parte Linux. Se si desidera riservare il calcolatore all'uso esclusivo di Linux basterà
ignorare la parte in cui sarà spiegato come preservare la propria installazione MS-DOS.


Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.