WIFI Radar piccoli accorgimenti.


WIFI Radar piccoli accorgimenti.
Questa applicazione tanto utile e anche tanto chiacchierata perché nel suo insieme non è difficile da usare nel suo quotidiano, naturalmente se configurata bene, ma vediamo come procedere visto che non è poi così difficile. Linux, nella sua vastità di software ci ha fornito un utile centro di comando che tutti noi conosciamo: Software Center e naturalmente la funzione Terminale, la quale ci permette di installare tramite comando appropriato il software o distribuzione che a noi è utile. Adesso vediamo di configurare bene la nostra applicazione.

Passo primo.
Andiamo ad aprire il Terminale e digitiamo il comando:
sudo wifi-radar
e inseriamo la password.
Una volta installato il programma, andiamo ad aprirlo e proseguiamo come segue:
Passo secondo.
Ci verranno mostrate le Reti disponibili [identificate] , selezioniamo la Rete che ci interessa , e , facciamo clic su : Connect [ in basso a destra ] . Se invece troverete un piccolo lucchetto sul nome della Rete, la presenza del lucchetto ci indica che la Rete è protetta e naturalmente necessita di password.
Passo terso.
Scansione automatica
Per impostare la scansione automatica, clic su Preferenze [opzione interna al programma], andiamo a selezionare : “ AUTO DECECT DEVICES “, è utile anche specificare bene l'intervallo di tempo su cui vogliamo fare agire il software per la scansione stessa.
Passo quarto.
Creiamo una nuova Rete.
Da New: network name { inseriamo il nome della connessione, esempio: ufficio } e , su wifi options andiamo ad inserire le opzioni. In alcuni casi sarà necessario inserire manualmente alcuni parametri, quali: IP, network, gateway, Domain, DNS, DNS nella scheda: “Manual Network configuration.”


Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.