Presi nella rete delle truffe.


Presi nella rete delle truffe.

Purtroppo dopo numerose campagne sulla sicurezza informatica e sulla preziosità dei dati sensibili,
le truffe basate sul phishing continuano a fare vittime di tanto in tanto, soprattutto a causa delle tecniche sempre più raffinate che utilizzano e alla fretta con cui ormai si controlla e si legge la posta
elettronica. Se si ha il sospetto di essere stati frodati, bisogna contattare immediatamente il fornitore di servizi: nel caso di conti correnti bancari con un servizio Home Bnking di solito è
sufficiente contattare la banca telefonicamente e comunicare gli estremi del problema.
Nel caso di carte di credito la procedura è simile, ma è possibile che per conferma vengano richiesti
codici. Se si tratta di una carta prepagata tutto sommato il danno può essere contenuto visto che, nella peggiore delle ipotesi, i truffatori non possono fare altro che svuotarla del credito non ancora consumato. Poste Italiane dedica una sezione del suo sito proprio a questo problema:
(http://antiphishing.poste.it) . Per segnalare questo tipo di situazioni è sufficiente telefonare verde
di Poste Italiane e seguire le indicazioni della voce guida. Conviene inoltre modificare al più la
password di accesso, in modo da rendere la vita il più possibile difficile agli eventuali truffatori.


Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

I Merovingi, Carolingi, Capetingi. Storia.