OpenOffice uno sguardo al futuro.

Mauro Goretti

OpenOffice uno sguardo al futuro.

OpenOffice.org è il più noto pacchetto per ufficio gratuito e open source al mondo. Viene infatti
usato da milioni di persone in sostanza è l'unico vero concorrente di Microsoft Office che, al contrario, è a pagamento. Negli ultimi mesi si è parlato molto, principalmente per la sua scomparsa
dall'installazione del neonato Ubuntu 11.04, ma non solo per questo. Infatti non tutti sanno che nel
progetto OpenOffice.org c'è un partner commerciale. Stiamo parlando di Oracle che produce Star
Office, il cui codice si basa proprio su quello del pacchetto open source. Ebbene, Oracle ha deciso
di cessare la commercializzazione del proprio pacchetto per ufficio e, di conseguenza, OpenOffice
tornerà a essere gestito esclusivamente dalla comunità dei cosiddetti sviluppatori FOSS (Free and
open source software). La motivazione ufficiale è che in questo modo il noto pacchetto per ufficio
potrà evolvere in maniera più veloce e proficua. A quanto dichiarato, Oracle ha tutta l'intenzione
di continuare a collaborare con la comunità degli sviluppatori per portare avanti il progetto OpenOffice e degli standard aperti come il formato ODF. Dietro queste dichiarazioni si nasconderebbero però ragioni esclusivamente economiche, come il calo delle vendite di Star Office
e la probabile fine di Cloud Office, il Pacchetto di produttività per il cloud computing, il cui sito
è attualmente inattivo. Questo cambiamento di rotta potrebbe persino condizionare il futuro di
LibreOffice, nato dalla stessa comunità di OpenOffice, scontenta della politica portata avanti da
Oracle. Non è quindi escluso che in Ubuntu 11.04 avremo un gradito ritorno.


Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.