Michelangelo.






Il genio del rinascimento.
Michelangelo Buonarroti (1475-1564) è con Leonardo da Vinci e
Raffaello l'artista più celebre del rinascimento italiano.
Imparò la tecnica dell'affresco alla bottega di Domenico Ghirlandaio;
ricercò i suoi modelli artistici nei maestri antichi e perciò studiò le
sculture classiche. Per conseguire pari perfezione nella rappresentazione
del corpo umano, si esercitò nel disegno di modelli e si spinse perfino
alla dissezione dei cadaveri. Papa Giulio II chiamò Michelangelo a Roma
nel 1505 per incaricarlo della realizzazione del proprio monumento
funebre. Ma il completamento di questo grandioso progetto venne
rimandato (fu ultimato solamente 40 anni dopo), così l'artista fece
ritorno a Firenze contrariato. Poi però venne nuovamente chiamato a
Roma, con l'incarico di affrescare la volta della cappella Sistina, nei
Palazzi Vaticani. Per quattro anni Michelangelo si dedicò totalmente al
nuovo compito, estremamente faticoso per le condizioni in cui doveva
essere realizzato e perlimmane estensione della superficie da affrescare.
Nel 1547 gli fu affidata la direzione del progetto per la basilica di San
Pietro, di cui disegnò l'imponente cupola, portata a termine da Giacomo
della Porta e Domenico Fontana. Fra i suoi capolavori scultorei: la Pietà,
conservata nella basilica di San Pietro, e il Davide, inizialmente collocato
davanti al Palazzo Vecchio, a Firenze (oggi l'originale si trova nella
Galleria dell'Accademia).
Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Le conquiste di Carlo Magno.