Villa Adriana.






Villa Adriana (fra Roma e Tivoli).

L'imperatore Adriano fu non solo un grande cultore delle scienze,
delle lettere e delle arti, ma anche un appassionato e curioso
viaggiatore. Studiò nei suoi molti viaggi i popoli e le culture
dell'impero, soprattutto della Grecia e dell'Egitto. Per suo volere
vennero realizzate opere architettoniche e urbanistiche, spettacolari,
fra le quali il Pantheon e l'odierno Castel Sant'Angelo a Roma,
Adrianopoli in Tracia, il Vallo che da lui prese nome in Britannia,
il completamento in forme corinzie dell'Olympieion ad Atene.
Dall'anno 118 all'anno 134 fece costruire per sè una vasta residenza
fuori Roma, a sud di Tivoli. Il complesso, sul sito di una precedente
villa romana del I secolo a.C., si estendeva per oltre 120 ettari e
consisteva in una vera e propria città - giardino, più che in una
residenza di campagna. Tutti gli edifici, per lo più riproduzione
di modelli greci, e i giardini circostanti si inserivano armoniosamente
nel paesaggio, al punto che al complesso assunse poi a modello per i
maestri dell'architettura barocca italiana. Le stanze imperiali erano
magnificamente rivestite di marmi. Di pregevole fattura sono molte
altre parti del complesso, le Piccole e Grandi Terme (con la sala
dell'eliocamino), il Canopo (lungo canale artificiale ornato di copie di
statue greche, culminante in un ninfeo), lo stadio, le biblioteche,
greca e latina, l'Odeon, un teatro greco e l'Arena dei gladiatori.
Le rovine della villa e del parco costituiscono uno dei più interessanti
complessi archeologici romani.

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.