Il parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.




Cilento e Vallo di Diano.
Il parco nazionale situato a sud di Salerno comprende una regione
montuosa incontaminata, con estesi boschi di conifere, brughiere e
pascoli. La costa, orlat da dune, conta anche grotte meravigliose.
La regione fu fin dall'antichità un punto di contatto fra tre culture:
greca, etrusca e lucana. Già in epoca romana e poi ancora nel
medioevo era percorsa da vie commerciali che contribuirono alla
sua prosperità e al suo sviluppo culturale. I templi di Paestum
(intorno al 650 a.C.) sono imponenti testimonianze della civilizzazione
greca nella penisola italiana. Entro l'antica cinta muraria, sviluppata su
circa 5 km, il sito archeologico comprende le rovine di numerosi
templi greci, fra i quali i ben conservati templi dorici di Poseidone e di
Cerere, e la "Basilica" (in origine probabilmente il tempio di Hera),
oltre a un tempio, un anfiteatro e bagni termali di epoca romana.
Durante la stagione estiva, nella zona archeologica si svolgono diversi
spettacoli: concerti, balletti e rappresentazioni teatrali.
Nella colonia focese di Elea, luogo natale di Parmenide e Zenone,
fiorì la scuola filosofica eleatica (VI-V secolo a.C.). Municipio
romano col nome di Velia, conserva ancora i resti delle fondamenta
di numerosi templi, bagni termali, abitazioni e altari. La Certosa di
Padula, dedicata a San Lorenzo, fondata nel 1306 da Tommaso
Sanseverino, è stata oggetto di vari ampliamenti nel corso di oltre
450 anni. Il chiostro di impronta barocca è il più grande del mondo.
Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

I Merovingi, Carolingi, Capetingi. Storia.