Notebook e la pulizia del dissipatore.

Mauro Goretti & Aramini Parri Lucia

Notebook e la pulizia del dissipatore.

La conformazione dei sistemi di raffreddamento per i notebook rende le operazioni di pulizia più complesse rispetto ai computer desktop. Nei portatili si fa largo uso di heat-pipe per trasferire il calore dalle zone di produzione in altre posizioni più favorevoli allo smaltimento. I profili metallici sono distribuiti in più punti ed è probabile che non si possano raggiungere senza aprire il telaio. Anche strumenti come aspiratori e bombolette d'aria compressa devono essere impiegati con attenzione, perché si rischia di spingere la polvere più a fondo e aggravare la situazione invece di risolverla. Inoltre, incanalando il flusso d'aria prodotto dall'aspiratore dentro il notebook si possono far ruotare le ventole a velocità molto elevate, causando danni ai sistemi di scorrimento. È molto meglio, perciò, aprire il telaio. Usando metodi artigianali, oltre a non eliminare gli accumuli di polvere si rischia di danneggiare il notebook, con la necessità di sostenere costi di riparazione ben superiori alle poche decine di euro richieste da un'operazione di pulizia eseguita da un tecnico professionista presso un centro d'assistenza.

Post popolari in questo blog

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.