La Chiesa di S. Maria Novella.

Mauro Goretti

Firenze

La Chiesa di S. Maria Novella.

E’ la prima chiesa monastica di Firenze appartiene ai domenicani e risale al 1278 quando due frati dell’ordine, fra Sisto e fra Ristoro ne iniziarono la costruzione. A questa chiesa medievale Leon Battista Alberti nel 1470 applicò la stupenda facciata, peraltro opera armoniosa e considerata fra le più importanti del Rinascimento. L’interno elegante e slanciato è in stile gotico e di grande effetto è il senso di profondità dato dalla distanza tra i pilastri che tendono a convergere man mano che ci si avvicina all’altare. Tra le molteplici opere d’arte all’interno cito, gli affreschi nella cappella dell’altare che il Ghirlandaio dipinse tra il 1485 e il 1490 decorando interamente il coro dietro l’altare maggiore. Le storie sono narrate con stile piacevole e sono tratte dalla vita di Maria e S. Giovanni Battista. Lungo la navata sinistra c’è la Trinità del Masaccio, affresco del 1427. Al lato della chiesa si trova il Convento. All’entrata è il famoso Chiosco Verde dal quale si accede per arrivare alla Sala Capitolare o Cappellone degli Spagnoli. E’ questa una sala rettangolare del 1530 che nel XVI secolo destinata da Eleonora di Toledo, alle funzioni religiose degli spagnoli a suo seguito. Le volte e le pareti furono affrescate nel 1355 da Andrea di Buonaiuto. Grandiosi sono gli affreschi [due] alle pareti alterali con la Chiesa Militante e il trionfo dell’ordine dei domenicani e con il Trionfo di S. Tommaso DAquino.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.