Iperconnessi con Snappy.

Aramini Parri Lucia






Iperconnessi con Snappy.

Canonical una ne fa e cento ne pensa. La nuova Terra Promessa indicata da Mark Shuttleworth si chiama Internet of Things (loT), cioè Internet delle cose. Per capirci, stiamo parlando di tutta una serie di prodotti particolari che vanno dalle tecnologie indossabili, alla domotica, alla videosorveglianza e perfino al controllo di droni. In questo settore emergente, di cose da fare ce ne sono parecchie. Infatti è proprio qui che maggiormente ci scontreremo con i limiti dei sistemi operativi chiusi, come l'OS X, incapaci di comunicare con dispositivi che parlano lingue diverse. Dal canto suo, Canonical mette sul piatto della bilancia Snappy, un sistema operativo, ovviamente Open Source, capace di funzionare egregiamente con un hardware ridotto all'osso: processore da 600 Mhz e 128 MB di RAM. Praticamente paleontologia informatica! Quindi possiamo facilmente immaginare le prestazioni con gli attuali processori ARM o X86. Snappy è un sistema operativo per sviluppatori, i quali potranno personalizzarlo come meglio preferiscono, in base a ciò che dovranno animare in esso. Il vantaggio è che tutti questi prodotti saranno in grado di riconoscersi e di dialogare tra loro. Per esempio, potremo regolare il termostato di casa stando seduti in poltrona e digitando i comandi sullo smartwatch che abbiamo al polso. Tutto ciò indipendentemente da chi ha prodotto i due dispositivi e i relativi software. Siamo estremamente curiosi di vedere come andrà a finire e dove ci porterà questa nuova avventura!
Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.