Gettiamo via Photoshop e adottiamo Krita.

Aramini Parri Lucia



Gettiamo via Photoshop e adottiamo Krita.

Ho parlato tantissime volte di quanto possiamo risparmiare usando il nostro Ubuntu, come tutti noi sappiamo col nostro sistema operativo preferito ci vengono offerte tantissime applicazioni gratuite per fotoritocco e disegno, ecco perché non vedo il perché di dovere spendere cifre importanti per fare il nostro lavoro. Oggi scopriremo Krita, un’applicazione veramente straordinaria, poiché ricchissima di strumenti ed estremamente versatile, tanto che si adatta al tipo di lavoro che desideriamo svolgere. Dopo averla installata e avere eventualmente importato i set di pennelli e taxture che ci mette a disposizione il sito ufficiale: https://krita.org . Diciamo subito che, il vero difetto di Krita è quello di non essere localizzato in italiano, tuttavia non impiegheremo molto a usare gli strumenti.
Tanto per citare un piccolo esempio, se vogliamo disegnare un fumetto in stile giapponese, nell’interfaccia iniziale facciamo clic su: Comic Templates e poi su Manga template , ci apparirà una pagina con i riquadri già pronti con i disegni.
Installazione e configurazione.
1] Installazione del repository.
Nel nostro Terminale, scriviamo la riga di comando:
sudo add-apt-repository ppa:kubuntu-ppa/backports e premiamo INVIO quando ci viene richiesto.
2] installiamo Krita.
Ora scriviamo la riga: sudo apt-get update seguita da INVIO, poi scriviamo sudo apt-get install krita e premiamo INVIO. Premiamo S e INVIO quando ci viene richiesto. L’installazione può durare diversi minuti.
3] Aggiungiamo Krita Sketch.
Per aggiungere il set di pennelli Sketch, nel Terminale scriviamo la riga di comando:
sudo apt-get install kritasketch dopodiché scriviamo il comando kbuildsycoca4 e premiamo INVIO.
4] Primo avvio di Krita.
Nella Dash, facciamo clic sull’icona di Krita. Nella finestra iniziale, premiamo su Getting started per aprire la pagina Web delle risorse, poi mettiamo la spunta accanto a Hide after startup e premiamo su Close.
5] La barra degli strumenti.
In Settings, facciamo clic su Show Toolbar e su Configure Toolbars . Nella nuova finestra , scegliamo a sinistra i pulsanti, inseriamoli con la freccia destra e spostiamoli con le frecce su e giù. Conferiamo poi con OK.
6] Importazione di un set di pennelli.
Nella pagina: https://krita.org/learn/resources facciamo clic, su Ramon Miranda. Scarichiamo il File dalla sezione Download ed estraiamolo nella cartella: usr/share/kde4/apps/krita.

Miglioriamo e correggiamo una foto.

Importiamo l’immagine facendo clic su Open nel menu File e di nuovo Open, dopo averla selezionata dalla cartella in cui si trova. Vedremo che l’interfaccia cambia completamente e si adatta al tipo di operazione che vogliamo fare. Nel menu Filter, premiamo Adjust e poi su Auto Contrast per migliorare automaticamente il contrasto dell’immagine. Sempre su Adjust selezioniamo Color Balance. Nel nostro caso, nella sezione Shadows [ombre], imposteremo nell’ordine, i valori 10, 5 e 20 nei tre cursori, aumentando così la profondità delle ombre, accentuando però i toni caldi. In Medtones [mezzi toni] metteremo: 10, 0 e -10 per migliorare la vivacità dei colori. Infine in Highlights [luci alte], regoleremo i cursori su: -10,-20 e -10 per correggere le zone bruciate. Confermeremo le modifiche con OK, rendiamo ancora più brillante l’immagine, facendo clic su Dodge in Adjust. Nella finestra selezioniamo Highlights e spostiamo leggermente la barra Exposure [esposizione]. A questo punto miglioriamo l’inquadratura della foto, eliminandole i bordi. A sinistra premiamo su Select a rectangular area e poi selezioniamo la zona della foto da conservare, trascinando il puntatore del mouse. Nel menu Select facciamo clic su Invert selection ,poi premiamo su Canc per togliere il superfluo. Salviamo e ricarichiamo la foto per vedere il risultato finale del nostro lavoro. A questo punto siamo in grado di darle un tocco finale artistico.

Trasformiamo l’immagine.

Con la base che abbiamo ottenuto in precedenza, possiamo realizzare alcune immagini interessanti con poca fatica. Se desideriamo trasformare l’immagine in una pittura impressionista, nel menu Filter selezioniamo Artistic e poi su Oilpaint . Nella finestra impostiamo: Brush a 2 e lasciato Smooth a 30. Per un bellissimo effetto in bianco e nero, in Adjust facciamo clic su Desaturate [desaturazione]. Dopo avere provato tutte le opzioni automatiche, per la nostra foto sceglieremo Max. Torniamo alla nostra foto iniziale, e, a destra, facciamo clic sul suo livello [Layer1], quindi selezioniamo Duplicate Layer or Mask. Spostiamo in cima al livello duplicato e applichiamogli l’effetto bianco e nero visto prima. Nel menu Layers selezioniamo Colors lasciando l’opacità al 100%. A destra facciamo clic su Paint with brushes e poi, in alto, apriamo il menu Mode e scegliamo Erase. Muoviamo il pennello, tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse, su un dettaglio della nostra foto. I colori del livello sottostante appaiono in quello in bianco e nero, creando un effetto particolarissimo.

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.