Dual boot in 30 minuti.

Mauro Goretti - Programmatore.




Dual boot in 30 minuti.

 Ci sono due modi per fare il dual boot in presenza di un
sistema con Windows preinstallato. Il primo è aggiungere
un nuovo disco al computer e usare questo per installare il Linux
che più vi piace. Il secondo modo è di affidarsi all’installer che
automaticamente ridurrà la partizione di Windows per far spazio
al nuovo sistema. Questo secondo metodo funziona bene,
ed è quello che vi mostrerò. C’è sempre il pericolo che
qualcosa vada storto per cui, come detto nell'introduzione, fate
il backup dei dati importanti prima di procedere. Inserite il disco
di Ubuntu nell'unità ottica e riavviate la macchina. Se il vostro
sistema ignora il disco e fa partire Windows, dovete riavviare il PC
ed entrare nel BIOS per cambiare manualmente l’ordine d’avvio
oppure premere il pulsante che va comparire il menu di boot non
appena il computer si è riacceso. Se il disco viene letto, Ubuntu
presenta la sua schermata di benvenuto dalla quale potete
scegliere se provare il sistema in modalità Live o se installarlo
direttamente su disco fisso. Scegliete questa seconda via.

Il giusto bilanciamento.
Dovete rispondere a un paio di domande standard
pre-installazione per defi nire il fuso orario e il layout
della tastiera. Fatto ciò vedrete la schermata Preparazione
spazio su disco. Se il vostro Windows è stato identificato
correttamente, la prima linea della schermata vi spiegherà
che Su questo computer è presente Microsoft…, e l’opzione
di default Installa accanto agli altri sistemi operativi,
scegliendo all’avvio sarà selezionata. Mantenendo queste
opzioni di default creerete un sistema dual boot. Usate
il cursore nella barra orizzontale in basso nella finestra
per aggiustare la dimensione di Windows e della nuova
partizione Linux. L’installer di Ubuntu sa quanto spazio
è occupato al momento da Windows, e non vi permetterà
di ridurre troppo la sua partizione. A quale partizione dedicare
più spazio dipende dall'uso che vorrete fare del PC,
noi vi raccomandiamo di dedicare almeno 10 GB a Ubuntu,
o molto di più se esso diventerà il vostro sistema principale.

Quando siete soddisfatti della divisione dello spazio
su disco cliccate su Avanti. Il ridimensionamento della
partizione Windows e la creazione di quelle Linux impiegherà
un po’ di tempo. In background i dati Windows vengono spostati
in blocchi adiacenti del disco prima di che la tabella delle
partizioni venga riscritta per includere le nuove partizioni Linux
e quella di Windows ridimensionata. Quando l’operazione
è terminata vedrete la pagina degli account utente. Definite
un nome utente, una password e un nome per la vostra
macchina, poi scegliete se fare il login automatico o manuale.
La pagina successiva è il tool di Migrazione assistita.
Questo strumento cercherà di importare i dati dalla partizione
Windows e li copierà nel vostro account in Linux. Potete
scegliere di importare segnalibri, sfondi, musica, documenti
e immagini, e tutto verrà posizionato nel posto giusto
nella vostra home in Linux. Infine cliccate su Avanti,
leggere il riepilogo dell’installazione e cliccate su Installa
e attendete la fine delle operazioni.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Com'è fatta un'automobile.