Attenzione ai link.

Mauro Goretti & Aramini Parri Lucia

Attenzione ai link.

Per capire bene quanto sia importante scegliere adeguatamente i link, può essere utile pensare al principio dei vasi comunicanti. Se colleghiamo tra loro due contenitori, posti alla stessa altezza e pieni di liquido attraverso un tubo, quello che ne contiene di più riverserà il suo contenuto nell'altro fino a che il livello di entrambi non si equivale. Se il contenitore più pieno è riempito con un liquido colorato, questo si andrà a miscelare con il liquido dell'altro contenitore, rendendolo meno “puro”. Ora, se nell'esempio riportato avessimo un contenitore di acqua potabile e l'altro pieno di veleno, appare chiaro che dopo la miscelazione l'acqua potabile diventerebbe imbevibile. Questo esempio ci aiuta a capire bene quanto sia importante scegliere accuratamente i siti web con cui stabilire link reciproci. E sì, perché potremmo ritrovarci, nostro malgrado, penalizzati da Google, in base a link di dubbia provenienza che abbiamo accettato dall'esterno. Il sogno di ogni esperto SEO è quello di avere un sito che riceve un numero elevato di link da altri siti con PageRank molto elevato, rilasciando pochi link. Questo è però un desiderio, giacché spesso i siti web vengono linkati tra loro senza considerare attentamente il valore reciproco. Vale dunque la pena valutare il PageRank dei siti web cui richiediamo un link, prima di tutto: se questi hanno un valore pari a zero e il sito che vogliamo ottimizzare ha un PageRank pari a 3, è meglio evitare quel link. Bisognerebbe però anche essere capaci di guardare in prospettiva, poiché questi siti riescono ad avere una crescita rapida e dunque il loro PageRank può salire velocemente. Al di là del PageRank, dunque, è utile valutare anche il tipo di sito, con la consapevolezza che i siti web costruiti per fare spam, truffe e link farm sono sicuramente da evitare.

Suggerimento.

Quando si cerca di ottimizzare un sito web è utile capire da chi riceve link la concorrenza. È sufficiente andare su Google e digitare nella casella di ricerca il nome del sito concorrente, preceduto dalla parola link: (link:www.sitoconcorrente.com). Verranno mostrati tutti i siti che puntano i propri link verso quel sito specifico. A questo punto bisogna contattare i webmaster di questi siti (quelli più interessanti), proponendo loro uno scambio link. Questo è un metodo semplice per ottenere link di qualità, e a dire il vero è una tecnica scarsamente usata da molti SEO, per via del tempo che è necessario dedicare alla recensione dei vari siti.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.