Amazon giova molto a Ubuntu.

Mauro Goretti e Aramini Parri Lucia

Amazon giova molto a Ubuntu.
La scomparsa della scrivania di Ubuntu 12.10 Quetzal Quantico di un Launcher con il logo di Amazon ha provocato più di un mal di pancia e l'integrazione dei risultati provenienti dal grande negozio online, quando facciamo una ricerca nella Dash, ha fatto gridare qualcuno allo scandalo. Ma non dimentichiamo che tutto questo è avvenuto con la benedizione del fondatore di Canonical, cioè Mark Shuttleworth e quindi lo stesso Mark si è sentito in dovere di spiegare le ragioni delle proprie scelte. Prima di tutto questo fa parte di un progetto di integrazione delle Web apps di Ubuntu, inoltre si tratta di un importantissimo banco di prova per dimostrare quanto la Dash si capace di visualizzare i contenuti online e naturalmente offline, cioè quelli presenti nel disco fisso dell'utente. Shuttleworth ha anche sottolineato che l'integrazione di Amozon ha senso perché la Home Lens della Dash deve permetterci di trovare qualsiasi cosa sempre e ovunque, quindi questo processo non si fermerà, permettendoci effettivamente di trovare tutto ciò che cerchiamo semplicemente scrivendolo nel campo di ricerca. Tuttavia Shuttleworth ha voluto ribadire che ciò che appare come risultato di una ricerca non ha niente a che fare con gli spot pubblicitari, ma che si tratta di contenuti coerenti con quanto stiamo cercando. Quindi a quanto pare, non dobbiamo temere di vedere Ubuntu riempirsi di pubblicità e con il tempo ci abitueremo ad avere risultati di ricerca sempre più ricchi e articolati provenienti da tutto il Web.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.