Fratture e lussazioni. Medicina.





Fratture e lussazioni. Medicina.

Nel periodo invernale,quando più intensamente vengono praticati gli sport della neve,fra le
vignette umoristiche che appaiono sui giornali vi è sempre qualcuna ispirata,più o meno,a
questo tema:alla sommità di un campo da scii una schiera di sciatori tutti ilari e baldanzosi
si accingono ad iniziare la discesa;all'estremità inferiore della pista un medico,con aria
compiaciuta,ha già predisposto attorno a sé tutto l'occorrente per immobilizzare e ingessare
gli arti fratturati e per provvedere al trasporto degli sfortunati possessori di tali arti. In effetti
quasi tutti gli sport,per quanto utilissimi all'organismo sotto molti aspetti,sono dei gran
distruttori di femori,tibie e peroni e di altre parti non meno importanti del nostro scheletro.
Non meno pericolosi,sotto questo aspetto,diventano alcuni particolari mestieri,se non ci si
attiene alle norme che riguardano la protezione degli infortuni. Poco male se il medico trova
una semplice distorsione,ma la cosa è abbastanza grave se si tratta di una lussazione o di una
frattura. Cominciamo dal guaio peggiore.

La frattura.

In latino “frangere” significa spezzare;la “frattura” di un osso indica che quest'osso si è spezzato
più o meno completamente. La causa è quasi sempre un colpo violento,una caduta o la forte
pressione di un carico;naturalmente se si tratta di un soggetto affetto da una malattia delle ossa
(ad esempio il rachitismo) o di una persona anziana,queste,porose e leggere,e perciò più fragili e
meno resistenti si romperanno con più facilità.

La lussazione.

Quando in una articolazione le estremità delle 2 ossa non si trovano nella loro posizione normale,
si ha una lussazione;anche la lussazione viene prodotta generalmente da forti traumi. Se lo
spostamento è momentaneo e,appena cessato lo sforzo,le 2 estremità ritornano spontaneamente al
loro posto,si ha la “distorsione” o “slogatura”:sia le lussazioni che le distorsioni provocano
lacerazioni della capsula articolare,la membrana che avvolge le articolazioni.

Le cure.

Le cure fondamentali e indispensabili,tanto per le fratture che per le lussazioni,sono il riposo e
l'immobilità assoluta dell'arto colpito. La frattura richiede,perché il lavoro di “riparazione”
dell'organismo possa avvenire nelle migliori condizioni,l'ingessatura dell'arto. La lussazione
richiede invece che l'estremità dell'osso che si è spostato venga ricondotta a forza nella sede
dell'articolazione. Se ci accadesse di soccorrere una persona con un arto fratturato,evitiamo di
farle compiere qualunque movimento;esso potrebbe aggravare lo spostamento dei monconi;
inoltre gli spigoli taglienti dell'osso fratturato potrebbero produrre lacerazioni nei muscoli
circostanti o nei vasi sanguigni. La cosa migliore sarebbe quella di attendere un medico;però,
in caso di urgenza e in mancanza di un medico,bisogna spostare l'infortunato solo dopo
averlo adagiato su una barella o,almeno,su una sedia.

I sintomi.

Decisamente non è difficile rendersi conto se una persona si è fratturata un osso. Il primo
avvertimento saranno gli strilli del poveraccio non appena si cercherà di fargli muovere l'arto,
perché una frattura causa sempre un dolore vivissimo;quindi se dopo un poco che si è ricevuta
una “botta” non si sente più male,niente paura,vuol dire che non c'è nulla di rotto. E' un segno
evidente della frattura anche il gonfiore provocato dal formarsi di una cuscinetto di sangue
uscito dai vasi lacerati (ematoma). Ma il sintomo decisivo di una frattura completa è la
possibilità di far compiere all'osso in questione movimenti e rotazioni anormali.
  

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.