Maledette Password.


Maledette Password.

Ne usiamo troppe, al limite della sopportazione.
Spesso sono banali, invece dovrebbero essere
complicate. Ecco come crearle e ricordarle.

Perché devono essere lunghe e con caratteri “strani”?

Numeri, lettere e caratteri speciali sono consigliati o (spesso) richiesti obbligatoriamente da
molti siti e servizi. Motivo? Costringerci a creare password più resistenti agli attacchi così
detti “a forza bruta”: quelli che sfruttano un sistema automatico che inserisce migliaia di
password (generate da combinazioni di lettere, insieme a parole sensate di uso comune)
privando a individuare quella giusta. Più alto è il numero dei caratteri usati, più potente deve essere
la “forza bruta”: un po' come avere una combinazione di 5 numeri (bastano circa 2 mila tentativi)
0 di 10 tra numeri e lettere.

Un trucco a prova di bomba: provatelo!

Ci servono molte password (email, banca, viaggi, spesa online...). Ed è importante non usare sempre la stessa (se qualcuno la rubasse, avrebbe accesso a ogni cosa).
Come fare a ricordarle tutte? Un trucco consiste nel ...non ricordarle affatto. Basta memorizzare
una breve serie di regole per ricavare al momento quella giusta. Come in questo esempio.

Iniziate scegliendo una parola legata alla vostra vita.

Per es: un campione del calcio della vostra infanzia, “altobelli”. Ora..iniziate a trasformarla seguendo questi esempi.
Sostituite alcune lettere con numeri: ”alt0bll1”
Aggiungete in testa o in coda
un numero che ricordate: due cifre dell'anno di nascita di vostro figlio, il 1985: ”85alt0b3ll1”.

Aggiungete almeno un carattere speciale
in testa o in coda: il segno “_”. Ora la password è divenuta “85alt0bll_

Dopo il carattere speciale
(o prima, se l'avete messo all'inizio) aggiungete una lettera legata al servizio che quella password
proteggerà: se è il vostro account di posta con Gmail, la password finale sarà “85alt0b3ll1_g”.
Allo stesso modo, la password per la spesa online con un ipotetico sito www.bellaspesa.net
sarà “85alt0b3ll1_b” e così via.

IMPORTANTE.
Scegliete da soli le vostre regole e non rivelatele a nessuno. Entro breve, vi accorgerete che non
state più “memorizzando” password ( e quindi non potrete dimenticarle), ma avrete creato un metodo efficace per ricavarle velocemente di volta in volta.



Commenti

Post popolari in questo blog

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Come si possono pulire i contenitori dall'olio?

Come cambiare nome utente. Ubuntu.