Che Urla Nella Notte.

Mauro Goretti - Programmatore.



Che Urla Nella Notte.

“Nei giorni in cui regnai come Signore della Vita
e della Morte, dice il Principe dei Mille Anni, in
quei giorni, su richiesta dell'Uomo, collocai i
Mondi di Mezzo nel mare della forza, mobile,
vorticoso, che controlla con i mutamenti delle
Maree la nascita, la crescita, la morte, e condiziona
le loro esistenze; poi affidai tutto questo al controllo
degli Angeli. Le loro Stazioni segnavano i confini
dei Mondi di Mezzo, e le loro mani governavano
le Correnti. E per molte ere governammo così,
sorvegliando la vita, moderando la morte,
promuovendo la crescita, estendendo le rive
di quel grande, immenso mare, mentre, via via
sempre più numerosi, i Mondi Esterni venivano
bagnati dal suo avanzare, spruzzati dalla schiuma
della creazione.
Poi, un giorno, dal vasto abisso di uno di quei
mondi, aspro, bello a vedersi, sebbene morto, sterile,
e non toccato dalla vita, destai qualcosa che dormiva,
col bacio della marea che cavalcavo.
Ed ebbi paura di quella cosa che si risvegliò,
balzò fuori, e mi attaccò...
scaturendo dalle viscere della terra...
Cercò di distruggermi, quella cosa che aveva
divorato la vita del pianeta, dopo aver dormito
per lungo tempo entro di esso, per poi risorgere
affamata e tremenda a cercare nutrimento.
Divorando le Correnti della Vita,
acquistò potenza. E quindi si rivolse contro
di te, mia sposa, e io non posso restituirti
il corpo, sebbene sia riuscito a salvarne
l'afflato vitale.
Essa bevve, come un uomo il vino, la Vita;
e ogni arma del mio arsenale fu scaricata
contro di lei, ma quella non morì, non fu
restituita al suo sonno.
Anzi cercò di fuggire.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.