Animazioni stop-motion.

Mauro Goretti - Programmatore.







Animazioni stop-motion.


Create un avatar animato utilizzando solo le vostre abilità e GIMP.
Fino a qualche anno fa, quando la potenza
di calcolo era più limitata, le animazioni stop-motion
erano riservate all’ambito professionale.
Erano necessarie un’attrezzatura costosa
e molta pazienza per impostare la scena,
fare un piccolo cambiamento, scattare una fotografia
e passare allo scatto successivo. Infine bisognava
sviluppare gli scatti e passare alla fase di creazione
dell’animazione. I computer oggi aiutano a ridurre
la difficoltà e a trasformare un lavoro pesante
in qualche ora di divertimento.

Importare le immagini
Ci sono diversi modi per creare le immagini necessarie
per un’animazione. Uno dei più semplici consiste
nell’utilizzare la fotocamera digitale per scattare
le foto della scena. Questo metodo è ottimo,
ad esempio, per animare dei modelli di plastilina.
In alternativa, potete affidarvi completamente a GIMP
e creare ogni frame a mano utilizzando gli strumenti
di disegno. Se volete importare immagini da una
fotocamera digitale o da uno scanner, il trucco
sta nel posizionare ogni immagine in un livello diverso
all’interno dello stesso progetto GIMP. Aprite il primo
frame della vostra animazione, quindi scegliete File
→ Apri come livelli e selezionate tutte le altre
immagini da inserire. Ogni frame viene così elencato
nel pannello Livelli sulla destra, ed è conveniente
salvare il progetto come documento XCF prima di fare
altre modifiche. A questo punto dovete assicurarvi che
il soggetto dell’immagine sia sempre allineato. In caso
di problemi, GIMP dispone di vari strumenti e filtri
per effettuare tutte le modifiche necessarie.

Realizzare i disegni
Se invece volete usare un approccio completamente
manuale, scegliete lo strumento pennello con sfondo
bianco e colore nero, quindi create un’immagine
di risoluzione 800x600 e iniziate a disegnare,
creando un nuovo livello per ogni frame. Potete
assegnare lo sfondo trasparente ai livelli successivi
in modo da visualizzare i frame precedenti senza
dover cambiare livello ogni volta. In questo caso,
però, prima di creare l’animazione finale, è necessario
cliccare con il tasto destro su ogni livello e selezionare
Rimuovi canale alfa. Per il vostro primo tentativo
realizzate qualcosa di semplice, come una palla
che cade su un trampolino.

Esportare l’animazione
Quando avete finito di disegnare tutti i frame
necessari, potete esportare l’animazione finale
con GIMP utilizzando il formato GIF. Scegliete File
→ Salva come e selezionate il formato GIF. Nella
finestra successiva attivate l’opzione Salva come
animazione, quindi cliccate sul pulsante Esporta.
In questo modo create un file GIF che potete
visualizzare facendo click con il tasto destro su di esso
e aprendolo con Firefox o un altro browser. Nel caso
un file GIF non sia adeguato per la vostra animazione,
potete utilizzare uno strumento come Mencoder per
convertire l’animazione nel formato che preferite per
condividere il risultato con chi desiderate.

1 Importare le immagini
Se volete usare le immagini della fotocamera digitale,
aprite normalmente la prima dell’animazione, quindi aprite
tutte le altre utilizzando Apri come livelli dal menu File.

2 Disegnare
Per ogni frame che disegnate, create
un layer trasparente e rimuovete il canale
alfa prima di salvare.

3 Esportare
Salvate l’animazione come file GIF
e selezionate l’opzione Salva come
animazione nella schermata successiva.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.