La presentazione multimediale.

Mauro Goretti e Aramini Parri Lucia.

La presentazione multimediale.
Nell'ambito della comunicazione, in una relazione molto importante l'organizzazione e la trattazione degli argomenti, in modo da tenere sempre desta l'attenzione del pubblico senza annoiarlo sul detto:
L'immagine è tutto,vedere per credere”, sono frasi che ricorrono sempre più spesso e naturalmente possono fare la differenza nell'esposizione dei concetti delle idee. La grafica e la multimedialità contribuiscono a una migliore diffusione e comprensione del messaggio. Le presentazioni realizzate con il computer non sono altro che la naturale evoluzione delle presentazioni realizzate in passato con lucidi e diapositive. Ma cosa significa “presentazioni grafiche multimediali”? Immaginiamo di assistere ad una conferenza mentre parla, il relatore illustra gli argomenti attraverso la voce {presentazione monomediale}; aggiungendo alla voce anche dimostrazioni con schemi alla lavagna [presentazione grafica], o la visualizzazione di immagini e fotografie [presentazione visiva], oppure la visione di un filmato con una registrazione audio [presentazione audiovisiva], il relatore arricchisce molto l'esposizione degli argomenti e la sua diventa quindi una presentazione multimediale. Oggi esistono diversi software che ci permettono di realizzare questi progetti, cominceremo con PowerPoint, il programma che ci permette di creare le nostre presentazioni multimediali mettendo insieme tutti questi strumenti e, nello stesso tempo, facendoli interagire.

Primi passi con PowerPoint.

In ambiente Windows, l'esecuzione di un programma può avvenire seguendo percorsi diversi, l'applicazione PowerPoint può essere avviata:
  1. Con il menu di avvio in modalità di visualizzazione classica, dal menu Start fare clic su Programmi e selezionare: Microsoft PowerPoint.
  2. Con il menu di avvio in modalità di visualizzazione predefinita, se PowerPoint viene usato spesso il suo nome apparirà nell'elenco dei programmi elencati nella zona di sinistra del menu di avvio e basterà un clic su di esso per mandarlo in esecuzione [Windows aggiorna l'elenco automaticamente].
  3. Con la stessa modalità di visualizzazione, dal menu Start fare clic su Tutti i programmi e selezionare Microsoft PowerPoint.
  4. Se è presente il collegamento sul Desktop, ci basterà fare doppio clic sull'icona che identifica l'applicazione PowerPoint.
Per chiudere il programma di PowerPoint, dopo avere salvato le modifiche e chiuso la finestra del documento, un clic sul pulsante: X [Chiudi] posto sulla barra del titolo oppure selezionare Esci dal menu File.

Dal testo all'ipertesto.

L'evoluzione dell'ipertesto è l'ipermedia, ossia un documento che contiene collegamenti non solo testuali, ma anche oggetti multimediali : immagini, suoni e filmati. Un ipertesto è quindi un testo che si legge passando da un “nodo” all'altro. I nodi sono ciò che nei libri amiamo definire: “capitoli” o “paragrafi”. Si tratta di insiemi organizzati di informazioni autoconclusive, che possono essere letti indipendentemente gli uni da gli altri. Da alcuni anni, la grande popolarità dell'informatica ha generato una vera e propria corsa alle applicazioni multimediali e gli sviluppatori di software hanno pensato di integrare le nozioni del passato in nuove forme di comunicazione. Ciò che prima poteva essere letto e immaginato, finalmente veniva espresso attraverso i filmati, voci e testi enciclopedici e tutto poteva essere consultato nello stesso momento con un unico strumento: il computer.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Com'è fatta un'automobile.