Economia.

Mauro Goretti e Aramini Parri Lucia.

Economia.
Con una crisi economica e finanziaria in corso, con la recessione di tutte le economie Nazionali in atto, oggi parlare di Economia è di grande attualità, nessuno si salva e solo il parlarne da modo che possa essere rigenerata quella scintilla che può suo malgrado generare la tanto agoniata ripresa economica mondiale. Oggi, quando leggiamo un quotidiano e i relativi articoli che interessano l'economia, che prima interessavano solo gli addetti ai lavori, richiamano ormai l'attenzione di un numero sempre maggiore di cittadini comuni, il motivo lo ricerchiamo nell'insicurezza della politica di gestire un così difficile argomento, e di trovare una qualsiasi forma di uscita che al momento diventa la problematica seria, e , lasciatemelo dire senza quella risposta che tutti noi con ansia attendiamo ormai da anni. È del resto parte integrante risolvere questioni e problemi di natura economica, ci basti pensare alla nostra quotidianità, la dove ognuno di noi risolve i propri problemi in modo soggettivo, ci basti pensare a come incosapevolmente ci immergiamo nel mondo economico, ecco un piccolo esempio; acquistando un quotidiano, o magari prendiamo il caffè al bar, quando facciamo la spesa, quando prendiamo un treno, molti possono essere gli esempi che noi classifichiamo come: quotidiano, ma come già detto, stiamo “favorendo” la nostra economia, la nostra quotidianità favorisce il consumo facendo si che il denaro “giri” in tutti qui canali a noi conosciuti, generando il benessere e la fermezza di quella solidità che oggi in qualche maniera a gli occhi di tutti sembra traballare. Il funzionamento del sistema economico dipende dalle scelte effettuate da un gran numero di individui, gruppi organizzazioni, istituzioni e della società nel suo complesso. Naturalmente queste scelte determinano il modo in cui sono impiegate risorse cosidette scarse, come lavoro, capitale, materie prime, fonti di energia. Nelle economie di mercato, la quasi totalità dei sistemi economici oggi osservabili, le imprese scelgono e decidono come produrre, e cioè quali combinazioni di fattori produttivi che verranno adottati tra quelli tecnicamente possibili e disponibili, prevalentemente sulla base dei prezzi . La produzione dei beni prodotti è e rimane praticamente illimitata e naturalmente in continua evoluzione. Andiamo anche a constatare la grande variabilità dei beni e servizi prodotti e consumati è sempre veloce perché cambiano le mode, la culura e il nostro modo di pensare, cambia la tecnologia e quindi proprio per queste variabili nascono, non solo nuovi processi produttivi, ma anche nuovi beni destinati a soddisfare nuovi bisogni. Oggi con la crisi economico e finanziaria a cui il sistema economico risponde alla questione relativa a cosa produrre costituisce dunque un aspetto assolutamente cruciale per l'economia. Ruolo cruciale alla domanda che sorge spontanea: “ Per chi produciamo? “, la risposta deve arrivare dalle Industrie, che da qui a un futuro non lontano [ previo la chiusura delle stesse ] dovranno prendere decisioni importanti per salvaguardare la propria immagine e di conseguenza il proprio prodotto, e , non solo cercare quella strada nel maggior ricavo dal basso costo di ogni prodotto prodotto, a , scapito di quella qualità ormai riconosciuta, la mancanza di questo accorgimento va a discapito del prodotto stesso, cosa che il mercato non perdona. Come già accennato la nostra economia è a un bivio, servono nuove idee che ne favoriscono l'uscita da un crisi che sta schiacciando un sistema economico-societario, idee mirate allo sviluppo di alte tecnologie e non il ritorno a quella economia detta feudale, è utile sottolineare la Globalizzazione non attende nessuno e non consente ritardi di sorta.

Ecco anche un link per lavoro.

 

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Com'è fatta un'automobile.