Spostare il disco di Windows.


Spostare il disco di Windows.

Lo spostamento delle partizioni, e soprattutto quella del sistema operativo, è un'operazione
che comporta sempre rischi all'integrità dei dati: si dovrebbe davvero eseguire un backup
dei tuoi dati su un disco esterno prima di iniziare. Basta un blak-out improvviso o un crash di
sistema durante l'operazione per corrompere i dati e rendere di colpo i tuoi dischi vuoti come
appena usciti di fabbrica. Per eseguire lo spostamento del solo sistema operativo puoi sfruttare
una delle nuove funzioni di Windows 7: la riduzione ed espansione della partizione di sistema.
Devi usare l'utilità disco, che richiami aprendo l'icona “Strumenti di amministrazione” del Pannello
di controllo di Windows e poi facendo doppio clic su “Gestione computer”: espandi la voce “Gestione disco” che è sul lato sinistro dello schermo. Per creare o modificare una partizione,
devi portare il puntatore del mouse sulla barra orizzontale che la rappresenta e poi premere il pulsante destro del mouse per far apparire il menu delle azioni possibili. Il metodo è semplice: devi
ridurre la partizione C che ora si trova sul RAID in modo da recuperare spazio per creare e formattare un'ulteriore partizione, chiamandola per sempre E. L'hard disk a questo punto ha due partizioni, oltre a quella di recupero eventualmente creata dal produttore del PC: la C che
contiene dati e sistema operativo e la E che è vuota. Inizia a spostare i dati da C ad E fino a riempire E, poi ripeti l'operazione di riduzione della partizione C ed estendi la partizione E nello
spazio che si è liberato. Prosegui in questo modo fino a quando avrai spostato tutti i dati nella
partizione E, lasciando in C solo il sistema operativo. A questo punto hai bisogno di un programma
per eseguire il backup di tipo immagine delle partizioni. Puoi usare un software apposito: i più
popolari sono Acronis TrueImage e Driveimage XML, ma sarebbe altrettanto efficace il programma
fornito dal produttore dell'hard disk SSD ( nel caso di Intel, lo scarichi gratis dal sito Internet di
supporto tecnico). Se invece vuoi usare l'utilità di backup di Windows, ricorda che prima di avviarla devi stringere per l'ultima volta la partizione C in modo che sia più piccola del disco SSD
di destinazione, e poi devi selezionare solo la partizione C. Al termine del backup di Windows,
crea il disco di ripristino che ti servirà per avviare il computer dopo aver collegato il disco SSD
che sceglierai come destinazione del ripristino. Ora avrai due copie della partizione C: una nel nuovo SSD, e una nel vecchio RAID. Assicurati che il disco C attivo sia proprio l'SSD, quindi
cancella la vecchia partizione C ed estendi il disco dati E fino a riempire tutto il RAID.

Post popolari in questo blog

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Come cambiare nome utente. Ubuntu.